In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket

Rose&crown Tigers, vittoria pazzesca in gara1

Da -18 rimonta da infarto in una palestra stracolma

18/05/2019


Rose&crown Tigers, vittoria pazzesca in gara1

 

 

 

 

Che spettacolo: sulle tribune, e in campo. Partita pazza ed emozionante

 

Una partita da infarto: si può sintetizzare così (e senza esagerazioni) gara1 delle semifinali playoff tra Rose & Crown Villanova Tigers e ABC Santarcangelo, vinta dai padroni di casa per 54-52.

 

Nel derby della Valmarecchia, davanti a oltre 400 persone, va in scena una gara pazzesca, per andamento e colpi di scena. Gli spalti sono gremitisimi, il tifo è caloroso, i supporter neroverdi anche questa volta concorrono per “Striscia lo striscione”: “Con in campo Serpieri siamo tutti guerrieri”, “Inizia a battere le mani se la palla ce l’ha Saccani” sono gli ultimi due “lenzuoli” che corredano la Tigers Arena. In tribuna ci sono anche tanti allenatori (Paolo Carasso, Fabio Fodeschi, Alessandro Muratori, Marco Miriello, Migani) e giocatori (Francesco Bedetti, Picio Bianchi, Giacomo Zannoni).

L’inizio di partita vede subito partire forti i clementini: un paio di entrate di Chiari, ma soprattutto i canestri dei fratelli Mussoni portano subito avanti gli ospiti che si portano sul 4-12 già dopo pochi minuti. La partita si mette subito pericolosamente in salita per i Tigers, che con Serpieri e le bombe di Panzeri riescono a contenere i danni alla prima sirena (12-19).

 

Nel secondo quarto, è ancora Santarcangelo a comandare: le entrate di Tomasi e le triple di Vandi scavano il solco, ma soprattutto è nella metà campo difensiva che i gialloblu spostano gli equilibri, chiudendo il canestro alle Tigri di casa, che si disuniscono e finiscono per scarabocchiare e sbagliare tutto lo sbagliabile (con percentuali da minibasket nel tiro da 3). Il passivo, così, si fa pesante e il 17-35 dell’intervallo profuma di partita compromessa.

 

Al rientro dagli spogliatoi, però, qualcosa cambia: il volume difensivo (ma anche quello dei decibel di un palazzetto incandescente) sale e, sempre sull’asse Serpieri-Panzeri, i padroni di casa si portano subito sul -10. Michael Mussoni e Guziur provano a contenere l’onda con un paio di canestri importanti, ma dall’altra parte Saccani dalla lunetta e Rossi riportano il distacco al di sotto della doppia cifra.

 

Ormai l’inerzia è cambiata e il quarto prosegue sotto la luna Tigers: Semprini, dalla lunetta, fa 2/2 completando l’8-0 di parziale che vale il sorpasso sul 44-43 al minuto 36, ma pronta arriva la risposta di Vandi, che scaglia il siluro della speranza. Il fiume, però, ha rotto gli argini e la fiumana non si ferma: Panzeri dall’arco (4 bombe per lui in totale), poi un’entrata di Buo e l’incredible step back di Ambrassa tengono sempre avanti i padroni di casa, nonostante il disperato tentativo di resistere degli ospiti. Nel finale, quindi, la decidono i liberi: Ambrassa fa percorso netto, Carasso no, così Saccani può firmare il +3 a 3” dal gong. Mattia Mussoni va in lunetta per accorciare: segna il primo, sbaglia il secondo per provare a prendere il rimbalzo dell’overtime. È Saccani, però, il più lesto a strappare la carambola, consegnando così una preziosissima vittoria ai suoi.

 

“Per tipo di partita e di andamento, credo sia una delle partite più folli che io abbia mai allenato. – rivela ancora emozionato coach Valerio Rustignoli – Sicuramente nel primo tempo siamo partiti molto contratti, con poca energia, sbagliando tanto e venendo puniti severamente ad ogni errore da una Santarcangelo che ci aveva davvero messo sotto. È stato un momento molto difficile, da cui siamo usciti fuori facendo cose facili: difendendo duro, andando a cercare tiri aperti e portando dalla nostra parte la fortuna mettendo in campo un grande atteggiamento

Siamo riusciti a ribaltare una partita impossibile, ma ancora mancano due vittorie per raggiungere il nostro obiettivo, quindi la strada è ancora lunga ed impervia. Partendo da questa intensità, questa coesione e da un pubblico che ci ha dato davvero tanto e che voglio ringraziare, nessun traguardo è impossibile”.

Mercoledì sera è in programma Gara2 al PalaSgr di Santarcangelo.

 

Playoff – Semifinali E-F – Gara1

Rose & Crown Villanova Tigers - ABC Santarcangelo 54-52

(12-19; 17-35; 36-43)

 

Tigers: Bronzetti, Di Giacomo, Panzeri 16, Rossi M. 5, Buo A. 2, Ambrassa 7, Semprini 4, Guiducci T. 2, Rossi A. ne, Serpieri 10, Saccani 8, Bollini. All. Rustignoli.

 

Santarcangelo: Carasso 1, Mussoni Mi. 7, Rossi, Chiari 8, Zaghini, Bugli 1, Vandi 11, Guziur 7, Mussoni Ma. 11, Dellarosa ne, Tomasi 6, Albertazzi ne. All. Badioli.

 

Arbitri: Cieri e Grassia



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'