In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Professionisti | Lega Pro

Santarcangelo vs Carrarese 2-0

23/01/2016


Santarcangelo vs Carrarese 2-0

SANTARCANGELO 2
CARRARESE 0
SANTARCANGELO (4-3-1-2): Nardi; Castellana, Drudi, Capitanio, Rossi; Valentini, Arrigoni (23’ st Gerli), Ilari; Venitucci (37’ st Romano); Margiotta (27’ st Margiotta), Guidone. A disp.: Sambo, Adorni, Obeng, Palmieri, Mordini, De Respinis, Yabre, Malagoli. All.: Zauli.
CARRARESE (4-3-1-2): Lagomarsini; Sales, Battistini, Massoni, Barlocco; Cavion (40’ st  Brondi), Berardocco, Dettori; Erpen (18’ st Tognoni); Cais, Gyasi (27’ st Gherardi). A disp.: Gavellotti, Tavanti, Alhassan, Bagni, Pedone, Gerbaudo, Vitiello. All.: Remondina.
ARBITRO: Vesprini di Macerata.
RETI: 18’ st Ilari, 35’ st Bardelloni.
NOTE: ammoniti: Barlocco, Massoni, Dettori, Arrigoni, Brondi. Angoli: 4-3 per il Santarcangelo.


SPOGLIATOI

LAMBERTO ZAULI (ALLENATORE). “Premetto che abbiamo affrontato oggi una delle migliori squadre del campionato, perché penso abbia tra i centrocampisti più tecnici del girone. Nel primo tempo ci eravamo allungati, non avevamo i tempi di uscita giusti e alla fine una formazione così brava a palleggiare ci ha messo in difficoltà. Non ricordo grandissime occasioni da parte loro, ma davano sempre l’impressione di rendersi pericolosi. Nella ripresa abbiamo registrato l’uscita sul terzino, la squadra si è compattata e abbiamo fatto un ottimo secondo tempo: siamo stati aggressivi e abbiamo dato qualità al gioco. In più siamo stati cinici e non abbiamo subito. Oggi siamo veramente contenti, in quanto abbiamo fatto un grande risultato contro un’ottima squadra. Mi auguro che questa vittoria diventi di vitale importanza per l’autostima dei giocatori”. Sui “fattori esterni”. “Fattori che conosciamo dall’inizio dell’anno. Dobbiamo saperli gestire. Oggi sono virtuali, un domani saranno reali. Noi dobbiamo pensare alla nostra crescita, poi ci sono gli avvocati che faranno la loro partita. Noi dobbiamo pensare alle nostre il fine settimana”. Su Bardelloni. “È un giocatore importante, nella passata stagione protagonista di un ottimo campionato col Real Vicenza. Sta ritrovando la condizione migliore, è indubbio che sarà un giocatore determinante per noi. Sottolineo anche il buon ingresso di Gerli, un ’96 che abbiamo preso adesso in cui crediamo molto, il quale ha partecipato nell’azione del secondo gol. Bene anche Romano. Quando dalla panchina entrano col piglio giusto, è sintomo che alleni ragazzi seri, vogliosi di prendere il loro destino in mano”.

CARLO ILARI (CENTROCAMPISTA). “Un gol pesante, perché ci ha permesso di andare in vantaggio e gestire la gara. Bravi nel primo tempo a soffrire e concedere poco ad una buona formazione dal punto di vista del palleggio come la Carrarese, poi nel secondo abbiamo svoltato la partita”. Sul risultato. “Abbiamo raccolto 3 punti molto importanti, però queste deve essere un punto di partenza. Dobbiamo continuare a lavorare così”.

ALESSANDRO CASTELLANA (DIFENSORE). “Questa sfida non è cominciata come volevamo, visto che loro ci hanno messo in difficoltà girando palla veloce. Io credo che per salvarci dobbiamo nei momenti duri compattarci, anche a costo di non essere bellissimi da vedere, ma cercare di non subire gol. Per 45 minuti non siamo riusciti a renderci pericolosi, forse per qualche errore sulle seconde palle. Poi è servito l’intervallo, quando abbiamo cambiato un paio di cose e abbiamo ritrovato quella cattiveria che ci ha portato ai 3 punti”. Sul peso dei 3 punti. “Molto pesanti, soprattutto perché ci danno un po’ di morale in più. Dopo Arezzo eravamo abbastanza sconfortati, perché, pur giocando bene, non abbiamo ottenuto il risultato. La cosa positiva è che abbiamo trasportato la rabbia di Arezzo sul campo. Che ci serva da lezione”. Sul suo arrivo a Santarcangelo. “Mi sono trovato bene dal primo giorno. Non è una frase fatta, perché i compagni sono umili e hanno voglia tutti assieme di raggiungere l’obiettivo remando dalla stessa parte. In più trovo un allenatore che a me piace molto. Ci insegna tante cose sul campo e in particolare comunica molto con la squadra”.

GIANMARCO REMONDINA (ALLENATORE CARRARESE). “Abbiamo disputato una buona prima frazione, ma non è bastato. A mio avviso se segniamo sul colpo di testa di Massoni a fine primo tempo, cambia tutto. Invece il gol è arrivato sempre su palla inattiva ma l’hanno siglato loro. In queste situazioni ha fatto la differenza l’esperienza dei giocatori del Santarcangelo”.

 
Ufficio Stampa e Comunicazione Santarcangelo Calcio
 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'