In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Volley

Santo Stefano di pallavolo al Palacosta con la Conad Ravenna per tornare alla vittoria e onorare la maglia

26/12/2018


Santo Stefano di pallavolo al Palacosta con la Conad Ravenna per tornare alla vittoria e onorare la maglia

 

Il giorno di Santo Stefano, alle ore 17.00, la Conad Ravenna gioca contro Sassuolo l’ultima partita casalinga del 2018. Quattro giorni dopo, domenica 30 dicembre, a San Giovanni in Marignano si disputerà il ritorno del derby di Romagna. Per rivedere all’opera le ragazze di coach Caliendo bisognerà attendere poi il 20 gennaio 2019, quando al PalaCosta arriverà Cutrofiano.

Nei giorni scorsi il tecnico dell’Olimpia Teodora aveva spinto sull’acceleratore: “Da adesso in poi – affermava Caliendo – dobbiamo lottare con il coltello fra i denti, nelle ultime partite abbiamo dimostrato che sappiamo soffrire e bisogna continuare su questa strada”.

Nel frattempo però è arrivata la doccia fredda della sconfitta al tie break a Montecchio che ridimensiona le speranze di Ravenna di raggiungere la zona playoff. La matematica però ancora non condanna l’Olimpia Teodora ai playout, tuttavia bisogna essere realisti e restare con i piedi per terra: le prime quattro squadre della classifica sono a 23 punti e Torino è quinta a 21 con una partita in più da giocare. Ravenna è a pari merito con Cutrofiano a 7 punti dalla zona playoff. Servirebbe un miracolo oramai per colmare il gap che separa la Conad Ravenna dalla quinta in classifica. Restano quattro partite da giocare e i 12 punti rimasti a disposizione dovrebbero essere conquistati tutti, sperando in molti passi falsi di qualcuna delle cinque squadre in vetta. Intanto, per onorare la maglia e la storia della pallavolo femminile ravennate, le ragazze di coach Caliendo cercheranno di ottenere contro Sassuolo quella vittoria che non viene centrata dallo scorso 25 novembre con Marsala.

Tra Ravenna e Sassuolo l’unico precedente è in questo campionato quando, all’andata al PalaCanovi, terminò 2-3 (20-25, 25-21, 21-25, 25-23, 9-15) per capitan Bacchi e compagne. In quella occasione l’Olimpia Teodora si rese protagonista di una vera e propria impresa in casa dell’allora capolista, brillando soprattutto in fase di ricezione e mettendo Martha Zamora (che sostituiva l’allora infortunata Mendaro) nelle condizioni di depositare a terra 25 palloni e di essere top scorer della partita. Gioli firmò 18 punti, Aluigi 16 e Bacchi 15, ma tutta la squadra girò a meraviglia e dette prova di grandissima determinazione. Tra le emiliane si misero in mostra l’opposto Obossa con 21 segnature e la giovane centrale Squarcini con 17.

Il giorno di Santo Stefano, tutta la tifoseria ravennate che approfitterà del giorno festivo per accorrere al PalaCosta sarà un prezioso supporto per la squadra che ce la metterà tutta per tornare alla tanto sospirata vittoria.

#olimpiateodora # conadravenna #unasquadraunacittà #forzaragazze #ilvostrotifolanostraforza

Mercoledì 26 dicembre, al PalaCosta, il fischio d’inizio del match verrà dato alle ore 17.00 dagli arbitri Ugo Feriozzi e Lorenzo Mattei.

LE AVVERSARIE

Volley Academy Sassuolo nasce dall'idea di costruire una possibilità per le giovani sassolesi di praticare lo sport della pallavolo nella loro città. A sostegno di questo intento c’è stato l’appoggio della società San Francesco Volley, attiva già dall’inizio degli anni ’90, che ha “prestato” la propria esperienza a questo nuovo progetto, rinominandosi Volley Academy Sassuolo. Questa idea prende vita per allargare l’attività di Volley Academy Modena che decide di trasferire una parte delle sue forze investendo sul progetto sassolese. Volley Academy Modena segue il settore giovanile della Liu Jo Nordmeccanica Modena da svariati anni, rappresentando il fiore all’occhiello della pallavolo modenese, dando grandi possibilità a tante giovani pallavoliste. Ed è per questo molte delle ragazze della rosa di Sassuolo provengono dal vivaio della società.

Dopo la promozione in A2, di cui nella passata stagione è stata protagonista tra le altre la mitica Tay Aguero, il roster della Canovi Coperture Nolo 2000 Sassuolo è stato interamente cambiato, con la sola eccezione della regista Elisa “Bubu” Lancellotti, che ha avuto un passato in Romagna, a Forlì nella defunta Volley 2002. Alla guida è stato scelto Enrico Barbolini, tecnico con esperienza triennale a Modena, che può disporre di un roster interamente italiano composto da: in regia Galletti e la già citata Lancellotti, gli opposti Gatta e Obossa, i centrali Cristanti (capitano), Martinelli e Squarcini, le schiacciatrici Bordignon, Joly, Mambelli e Provaroni e i liberi Bici e Zardo.

LA DICHIARAZIONE

Nello Caliendo, coach della Conad Ravenna, fa un esame di realtà: “È venuto il momento di essere realisti, non dobbiamo più guardare in alto, dobbiamo guardare giù. Cambiano gli obiettivi, è inutile girarci intorno. Per noi i giochi sono fatti, non matematicamente, ma obbiettivamente per noi diventa quasi impossibile rientrare nelle prime cinque. Ciò non toglie che le partite che verranno avranno lo stesso valore di prima. La maglia va onorata, cosa che non sempre è stata fatta da alcuni elementi. Se la classifica dice che siamo da play out significa che la colpa è nostra. Ed ora che siamo da playout è inutile e assurdo pensare di non giocare con Sassuolo o San Giovanni in Marignano perché anche vincendo porteremmo a casa punti che non servono nella seconda fase. Un professionista non si comporterà mai così e noi non lo faremo. Voglio rimarcare fino alla fine i valori dell’attaccamento alla maglia e ai colori. Siamo tutti dispiaciuti di non giocare per un obiettivo alto, ma ci siamo messi noi in questa condizione e ora dobbiamo continuare a lavorare perché un vero professionista fa il suo dovere fino in fondo”.

 




Conad Olimpia Teodora Ravenna – Canovi coperture Nolo 2000 Sassuolo: 3-0

La conad ravenna si fa il regalo di natale contro sassuolo

26/12/2018


Conad Olimpia Teodora Ravenna – Canovi coperture Nolo 2000 Sassuolo: 3-0

 

Boxing day per la pallavolo italiana. Il giorno di Santo Stefano, la Conad Ravenna scende in campo per sfidare Sassuolo della ex Olimpia “Bubu” Lancellotti (ferma per una frattura al piramidale sinistro) nell’ultima partita casalinga del 2018.
Alla vigilia dell’incontro, il tecnico dell’Olimpia Teodora aveva dichiarato: “Bisogna essere realisti. Anche se sappiamo che sarà difficile sperare di giocare per un obiettivo alto, dobbiamo continuare a lavorare e onorare la maglia, perché un vero professionista deve fare il suo dovere fino in fondo”.

Al fischio d’inizio coach Nello Caliendo schiera lo starting six composto da capitan Bacchi e Aluigi sulle bande, Mendaro opposto, Agrifoglio al palleggio, Torcolacci e Gioli centrali, Rocchi libero.
Dal lato opposto del taraflex coach Barbolini fa scendere in campo Galletti in regia, Obossa in diagonale, Crisanti e Squarcini al centro, Provaroni e Joly attaccanti di posto 4, Zardo libero.

L’avvio di match è in perfetto equilibrio, il muro di Gioli vale il 2-1, l’ace di Squarcini il 3-4 e le squadre si scambiano la leadership più volte. Il primo allungo è per Ravenna, firmato da due attacchi di Bacchi e dal muro di Torcolacci per il 9-6, poi due punti consecutivi di Mendaro valgono il 12-8, respingendo l’aggancio ospite sul 9-8. Sassuolo lavora bene a muro e con pazienza ricuce il divario fino al 15-15, poi recupera nuovamente sul 20-20 dopo che Mendaro aveva realizzato il nuovo allungo sul 20-17. Ci pensa la capitana Bacchi a griffare la fuga decisiva sul 23-20, poi ancora Mendaro chiude i conti al secondo tentativo per 25-22.

Dopo lo 0-1 ospite, 4 punti consecutivi di una Gioli scatenata valgono il 4-1 ravennate. Sassuolo pareggia a quota 5 e, dopo l’8-5 firmato da 2 attacchi di Bacchi, mette a segno un super parziale di 0-6 che vale il sorpasso sull’8-11. L’Olimpia Teodora reagisce al momento di difficoltà e a sua volta, con un muro di Torcolacci e un attacco di Mendaro, piazza il 4-0 del controsorpasso per 12-11. Il turno di servizio di Calisesi regala un nuovo allungo alle padrone di casa sul 17-13, poi Gioli scava il solco definitivo sul 20-14. Sassuolo rientra fino al 21-17, ma con Bacchi, prima a muro e poi in attacco, la Conad vola sul 24-17 e chiude al primo colpo per 25-17.

Ancora Gioli apre le danze nel terzo set firmando il 2-0, ma Sassuolo trova subito il pari a quota 5. L’equilibrio non dura però per molto perché Mendaro a muro e Agrifoglio con l’ace regalano la nuova fuga all’Olimpia Teodora sul 9-5. Mendaro firma l’11-6 e la frazione pare in discesa per le padrone di casa, che riescono a respingere il tentativo di rimonta delle emiliane sull’11-9, tornando avanti di 5 sul 16-11. Sassuolo non molla e si riporta, prima a -2 sul 19-17, poi, dopo un break di Aluigi sul 21-17, addirittura a -1 sul 21-20. Le Leonesse riescono però a dare la zampata nel finale e, con un colpo di seconda di Agrifoglio, volano sul 24-20, chiudendo poi subito la partita con Aluigi per 25-20.

Domenica 30 dicembre, a San Giovanni in Marignano si disputerà il ritorno del derby di Romagna. Per rivedere al PalaCosta le ragazze di coach Caliendo bisognerà attendere il 20 gennaio 2019, quando a Ravenna arriverà Cutrofiano.

#olimpiateodora # conadravenna #unasquadraunacittà #forzaragazze #ilvostrotifolanostraforza

LE DICHIARAZIONI

Coach Nello Caliendo al termine del match ha dichiarato: “Ci siamo fatti un bel regalo di Natale. Usciamo da un periodo non positivo e fare risultato con Sassuolo sicuramente ci dà le giuste motivazioni in più per San Giovanni in Marignano. Ora andiamo avanti un passo alla volta, sicuramente giocheremo per vincere dando il massimo”.

Simona Gioli, centrale della Conad Ravenna è felicissima: “È stata una partita determinante per noi soprattutto per il morale. Dopo tanti schiaffi finalmente è arrivata una bella vittoria. Questo 3 a 0 contro Sassuolo ci fa respirare. Ci siamo fatti il regalo di Natale, non significa nulla per ora perché domenica giocheremo con un’altra squadra molto tosta e fuori casa. Questo deve essere un inizio, intanto godiamoci questo 3 a 0”.

Il capitano Lucia Bacchi sottolinea: “Sarebbe molto bello a San Giovanni in Marignano farci il regalo di fine anno. Non so però se però ci vogliamo così bene da farci tanti regali. Oggi non ho visto giocare Sassuolo come il suo solito, però noi abbiamo tenuto alta la concentrazione e la cattiveria e siamo riusciti a portare a casa la partita in tre set. Credo comunque che si possa ancora migliorare le nostre prestazioni di partita in partita”.

Top scorer del match insieme a Obossa del Sassuolo è stata Yare Mendaro con 16 punti: “Oggi sono molto molto contenta del lavoro della squadra perché abbiamo passato dei giorni durissimi in cui non riuscivamo a trovare la vittoria. Vincere 3 a 0 contro una squadra ben composta per noi ci porta morale. Oggi il lavoro di squadra è stata la chiave per vincere. Ci siamo messi tutti su ogni palla e ogni azione e sono molto orgogliosa del lavoro che abbiamo fatto”.

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Canovi coperture Nolo 2000 Sassuolo: 3-0 (25-22, 25-17, 25-20)
Durata set: 27‘, 23’, 24‘; tot. 74‘
Arbitri: Ugo Feriozzi e Lorenzo Mattei.
Spettatori: 600 circa.

CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA
Bacchi 10, Mendaro 16, Gioli 11, Torcolacci 7, Agrifoglio 2, Calisesi, Rocchi (L), Aluigi 5.
N.e: Fusaroli, Altini, Ubertini, Vallicelli.
All.: Nello Caliendo.
Vice all.: Francesco Guarnieri.
Muri 10, ace 1, battute sbagliate 4, errori ricez. 1, ricez. pos 43%, ricez. perf 22%, errori attacco 7, attacco 37%.

CANOVI COPERTURE NOLO 2000 SASSUOLO
Bordignon 1, Bici, Crisanti 5, Squarcini 10, Provaroni 4, Obossa 16, Joly 7, Zardo (L), Galletti 4.
N.e.: Martinelli, Gatta.
All.: Enrico Barbolini.
Vice all.: Tommaso Zagni.
Muri 10, ace 1, battute sbagliate 7, errori ricez. 1, ricez. pos 42%, ricez. perf 26%, errori attacco 12, attacco 35%.

PROSSIMO TURNO DI CAMPIONATO
Domenica 30 dicembre, alle ore 17.00, per la sesta giornata del girone di ritorno del Campionato Italiano di Pallavolo Femminile di Serie A2, Girone B, la Conad Olimpia Teodora Ravenna giocherà in trasferta al Palazzetto dello Sport di San Giovanni in Marignano contro la Omag.



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'