In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

# Tutti a casa. Intervista ad Alessandro Evangelisti (Castnes)

22/03/2020


# Tutti a casa. Intervista ad Alessandro Evangelisti (Castnes)

alessandro _evangelisti


 

 

Seguici su Facebook: DILETTANTI BO

 

 

Il calcio per l’emergenza Coronavirus si è fermato. Alla luce della decisione di sospendere tutta l’attività calcistica qual è il suo stato d’animo, della società e dei giocatori ?
C’e’ molta tristezza ma credo che in questo momento lo sport vada messo in secondo piano. Le priorità sono ben altre.



Come si stava comportando il Castnes in campionato prima della sospensione ?
Diciamo che e’ stata un annata molto difficile per motivi che vanno oltre il campo. Con tutti i limiti e problematiche che ci sono, credo che la squadra fosse in netta crescita e visto anche il carico di lavoro programmato si sperava di avere risultati positivi nelle prossime partite.

 

 

Se la situazione generale non dovesse migliorare e questa sospensione dovesse prolungarsi, cosa succederebbe ?
Credo che almeno a livello dilettantistico si annulleranno i campionati. Mi sembra l’unica soluzione.

 

Tra gli scenari possibili ( a. : nessun verdetto, le prime classificate avranno priorità di ripescaggio. b. : prime classificate promosse nella categoria superiore, nessuna retrocessione. c. : promozioni e retrocessioni ufficializzate solo nel caso in cui il distacco sia netto. d. : verranno confermate promozioni e retrocessioni dirette, nessun play off e nessun play out ) cosa auspica che deciderà la Lega Nazionale Dilettanti ?
S
inceramente spero la “ a “. Nessun verdetto credo sia la cosa più giusta a mio parere. Decretare verdetti con ancora tante partite da giocare e altrettanti scontri diretti da disputare, credo  non sia assolutamente una scelta giusta.

 

Come vivono i giocatori questa situazione di emergenza ? Gli allenamenti sono sospesi fino a nuove direttive. Come si risolve la situazione ? Non si rischia così di vanificare mesi di allenamento fisico e tattico e una volta risolta la situazione occorrerà ripartire pressochè da zero ?
Esattamente! I campionati sono falsati e per questo ormai vanno annullati.

 

 

Visto che in questo momento particolare i tifosi non possono andare al campo sportivo per sostenere la propria squadra, le persone a cui regalare il massimo sostegno sono i medici, gli infermieri, i ricercatori, le forze dell’ordine che stanno lottando contro il Coronavirus per giungere ad una rapida soluzione. Vorrei sentire il suo pensiero al riguardo.
Siamo in mano ai Dottori e a tutte le persone qualificate che stanno aiutando le persone malate. E soprattutto siamo nelle nostre mani e al nostro senso di responsabilità.

Faccio un in bocca al lupo a tutte le persone che in questo momento stanno soffrendo molto.

 BF



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'