In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Futsal | Dilettanti | Serie C1

Young Line vs Aposa 1-3

12/01/2015


Young Line vs Aposa 1-3

 

 

Imola, 10 gennaio 2015 - Ennesimo boccone amaro da ingoiare per la Young Line. Dopo l'indigesto esito della semifinale in Coppa Emilia, la prima uscita in campionato del 2015 non riserva gradite sorprese. Tre punti, dal valore pari a quello dell'oro, sono il caro prezzo pagato per episodi sfortunati e decisioni arbitrali opinabili, ma rispettate. L'Aposa, protagonista insieme ai locali di una partita effervescente, raggiunge in classifica i biancoblu, nella trafelata corsa verso i play off. Nel primo tempo la Young Line cerca di imporre il predominio sul campo di casa, contrastata da un'Aposa costantemente ed energicamente in pressione nella propria metà campo. I biancoblu impostano manovre offensive in quantità industriale, tanto varie nella proposte quanto simili nel finale, negativo. E' Balducci, al 3', a sfiorare il goal: diagonale rasoterra dal limite dell'area, Greco, di fronte alla porta, devia fuori per errore. Il laterale si farà perdonare con un paio di salvataggi (4' e 6') in area a supporto di Masetti. Ricciardelli e Valvieri, al 5', tentano con due diagonali bassi: parato il primo, fuori di poco il secondo. Al 7' Balducci tira con potenza in porta, ma la mano di un difensore devia una traettoria altrimenti perfetta. E' il giovanissimo Paolini l'autore delle tre successive azioni, conclusesi malamente:  al 9' ruba abilmente palla a un difensore, invertendo la direzione di gioco, ma chiudendo sul palo; ancora al 9' prende palo su ottimo assist di Valvieri; al 13' si fa parare il centrale. Al 16' il contropiede di Balducci non trova Ferrini, in area, attento. La potenza offensiva della Young Line non si placa, così come la capacità reattiva dell'Aposa, di nuovo in area, parata, solo all'11. Al 19' sembra che la ruota della fortuna cominci a girare per i locali: Balducci appoggia in area, il portiere avversario si lascia sfuggire la sfera, che rotola in rete. E' solo un'illusione: al 21' la prontezza di riflessi di Greco, che, postosi in mezzo ai pali, respinge il tiro ospite, viene sanzionata col massimo della pena. Il fallo di mano involontario (palla finita sulla coscia e rimbalzata sull'avambraccio del difensore) comporta rigore e cartellino rosso. Al 22' Sernesi sigla il pareggio. Nel resto della frazione Balducci tenta tre affondi, due parati, uno impreciso. Nella ripresa i contrasti feroci, prova dell'impeto di gioco delle due squadre, proseguono senza soluzione di continuità e a stento sono contenuti dalla coppia arbitrale. Young Line ed Aposa giocano aperte, fronteggiandosi in modo paritario. L'Aposa, prese sempre più le misure dell'avversario, richiama all'attenzione Masetti in più occasioni: il pericolo è concreto al 2', quando Valvieri corre in soccorso al compagno, e al 13', su contropiede. Valvieri, iperattivo su ogni fronte, cerca, con Balducci e Badahi, la rete: due punizioni vengono bloccate dalla barriera e dal portiere; il perfetto diagonale di Balducci al 7', al limite della traversa, viene deviato fortunosamente dall'estremo difensore; il tiro centrale di Badahi, all'11', viene fermato. A metà del tempo i biancoblu sentono sulle spalle il peso della Coppa, ma non si fermano. L'Aposa ne approfitta e al 17', da rimessa, confeziona l'assist per Righi, che, a un passo dalla porta, infilza Masetti. La furia del capitano Ricciardelli non basta: fra 20' e 22' tenta quattro tiri, tutti infruttuosi. Al 23' il bellissimo assist di Valvieri a centro area trova Paolini in ritardo. Gli ospiti si chiudono in difesa, arrivando, al 23', a quota cinque falli. Masetti lascia la porta per rinforzare l'attacco: al 29' si rende protagonista di un batti e ribatti in area avversaria che non si conclude come sperato. Al 30' la dea bendata palesa la propria temporanea avversione ai biancoblu: Ferrini entra in area e tira, colpendo il secondo palo. Poco dopo, Valvieri viene atterrato fallosamente e sembra l'occasione propizia per un pareggio su tiro libero. E' solo l'ennesima illusione: la Young Line si ferma, in attesa del fischio, mentre l'Aposa, astutamente, prosegue. Sernesi, a porta libera, mette dentro con un diagonale alto dalla distanza: l'arbitro convalida il goal, decretando la sconfitta dei locali. L'Aposa vince, dopo una partita intensa e vivace. Lode al temperamento coriaceo dei giocatori biancoblu, pugnaci fino all'ultimo secondo: le battaglie si possono perdere, ma lo spirito guerriero non è mai domo.

YOUNG LINE CALCIO A 5 - APOSA F.C.D. :   1 - 3

YOUNG LINE: Grandi, Balducci, Valvieri, Ferrini, Ricciardelli, Masetti, Neri, Paolini, Badahi, Greco. All. Vanni.
APOSA: Meliadò, Pescari, Marzola, Bassoli, Bellucci, Stanghellini, Sernesi, Improta, Parmeggiani, Ruffo, Dune, Righi. All. Orlando.
RETI: 19' Balducci, 22' e 30' s.t. Sernesi, 17' s.t. Righi.
AMMONITI: Improta, Balducci, Stanghellini.
ESPULSI: Greco.

ARBITRI: sig. BIZZARRI di Reggio Emilia e sig. SALATINO di Ferrara.

Prossimo turno - CAMPIONATO (17/01, ore 18.30 a Imola) :  YOUNG LINE CALCIO A 5 - FUTSAL CLUB CASTELLO

--
Stefania Avoni (Ufficio Stampa - ASD Young Line Calcio a 5)



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'