Stampa questa pagina - Chiudi


Futsal

RED (S)CARPET

28/02/2019


RED (S)CARPET

Erika Gaspari


 

COPPA EMILIA ROMAGNA OPES di Calcio a 5 femminile                                        OPES LEAGUE

 

                                                                                                          RED (S)carpet

 

 

 

Impazzano i concorsi per grandi premi cinematografici ed i media si accaparrano l’attenzione del popolo comune, con effetti speciali.

 

-Ma cosa sono queste RED SCARPET ?- chiede la interessata, neofita  Signora Giovanna.

 

Per fortuna, il marito, Signor Vincenzo, sa tutto (o quasi) nel merito e la erudisce : - Devono essere le pantofole di Red Canzian !!-

 

In TV ultimamente si sono appurati diversi equivoci o la stessa ne è direttamente fonte: ai Soliti Ignoti, Amadeus invita il primo ignoto a scendere dal trespolo ed a presentarsi – Si accomodi.

 

-Guardi che io non sono rotto !!! – lo apostrofa l’indagato.

 

La pubblicità è addirittura stupefacente, a volte. “Se ti dolgono le articolazioni, RUBAX !!!” Bel messaggio davvero !!! E se, in questo mondo di teste calde, ti duole il capo, UCCIDIX ?

 

Meglio (molto più edificante !!) dedicarsi alle competizioni dei puri, come ad esempio alla seconda semifinale della Coppa Emilia Romagna OPES di calcio a 5 femminile, tra due big della disciplina :

 

La Strada dei Campioni : Badiali; Menozzi, Antonecchia N., Cappelli, Antonecchia J., Spada, Graziani, Bravi, Magrini, Gaspari, Ghinassi, Fiorentini; Allenatore Ivan Zauli. Dirigente Accompagnatore Piancastelli Sabrina; Dirigente addetto all’arbitro : Mamuda Aisha.

 

 

 

Crevalcore Promo Calcio : Marchesini; Balan, Ferrari, Mason, Panigalli, Balboni, Bianchi, Motta, Bouni, Montaguti Eleonora. Allenatore : Ndzengue Ndzinga Cedric; Allenatore portieri : Toure Mamadou; Dirigente Accompagnatore : Montaguti Roberto; Dirigente Addetto all’arbitro : Montaguti Maria Teresa.

 

 

 

Fumano ancora muscoli e testa delle medesime protagoniste, dopo lo scontro infarcito di elettricità dell’ultima giornata di regoular season, allorquando, fra mille colpi di scena e molta tecnica, la gara impalmò, sulla sirena, la compagine di Aisha Mamuda ed Ivan Zauli per 4-3. L’auspicio è che la gara odierna ricalchi quella voglia di vincere, nella lealtà, e lo spettacolo che abbiamo ancora dipinto negli occhi.

 

Contrariamente alla preconizzata fase di studio, parte “a razzo” La Strada dei Campioni” e sorprende a più riprese con le ispiratissime sorelle Antonecchia, la retroguardia biancoazzurra, lenta a carburare. E’ solo per caso (e grazie all’aiuto dei pali, in almeno due circostanze) che fino al 12° del primo tempo l’incontro rispetti lo zero a zero iniziale. E’ però nell’aria che l’ago della bilancia si sposti decisamente da una parte. Da un elegante recupero di Spada su Motta, parte l’assist per Nicolas Antonecchia che emula della Goggi, elude in slalom il controllo di Mason e porge a Graziani un pallone solo da sospingere dentro. Il pubblico è tutto in piedi : La Strada dei Campioni è galvanizzata e preme per mettere altro “fieno in cascina”. Con la Crevalcore Promocalcio che si chiude a riccio per non capitolare serve qualche magia di tecnica e chi meglio della funambolica Jennifer Antonecchia potrebbe nasconder palla e farla riapparire sul piedino fatato della ispirata Marika Graziani, che non perdona (2-0 al 18°). Le biancoazzurre di Maria Teresa Montaguti pensano solo a guadagnare l’intervallo senza farsi “asfaltare”. Non cambia la musica nella ripresa e gli avvicendamenti di Cappelli con Fiorentini e di Bravi con Gaspari hanno l’effetto di far esplodere la freschezza e la fantasia. Il tris arriva al 13° : la pressione induce all’errore e Gaspari, già vincitrice della Coppa Italia FIGC con L’Imola Calcio a 5 femminile nel 2007, non si fa pregare a menare un fendente terrificante, libera, dal limite dell’area, che gonfia la rete alle spalle dell’esterrefatto estremo difensore bolognese. Non ce n’è più per nessuno : La Strada dei Campioni controlla agevolmente, si diverte e fa divertire e ……..propone la propria seria candidatura per la vittoria finale.