Stampa questa pagina - Chiudi


Futsal

Perché non te la compri ?

01/03/2019


Perché non te la compri ?

 

COPPA EMILIA ROMAGNA OPES di Calcio a 5 femminile                              OPES LEAGUE

 

 

 

                                                                        PERCHE’ NON TE LA COMPRI ?

 

 

 

Ti ha sfilato la macchina un centinaio di volte ; i casi sono due : o sei “l’ingenuo di Caterinone”, distratto come pochi e allora stai attento che non ti sfilino anche le mutande, o le chiavi della macchina gliele hai date tu e allora è perfettamente inutile che tu faccia corse pazzesche per raggiungerla. E poi la frase “intelligente” : “Perché non te la compri ?”

 

Ma perché NON LA DENUNCI ?

 

Certo che la pubblicità televisiva è un bello zoo di sballinati !! Appare un debosciato, paltamone che fa smorfie terrificanti per portare tre bottiglie di acqua e poi per ……l’estremo sforzo, se le lascia cadere lungo le scale. Neanche dovesse prendere in braccio un elefante !!!!

 

E c’è un esaltato, che ha visto troppe volte l’autocaricamento della Nazionale di rugby della Nuova Zelanda, mutuato sul rito Maori (HAKA, HAKA) che si rivolge ad altri esaltati per la stessa fattispecie e chiede “Chi siamo noi ?” Non c’è bisogno di riflettere per trovare la risposta : “degli esaltati, appunto”; ma andate a HAKARE !!!!!

 

Io invece invito i miei affezionati lettori, cui voglio molto bene, ad andare a vedere la partita di finalissima per l’aggiudicazione della Coppa Opes League Emilia Romagna di calcio a 5 femminile, fra le due compagini che più hanno meritato, accreditandosi fin dalle prime giornate quali squadre da battere : PASSION SPORT e LA STRADA DEI CAMPIONI, sorrette e cresciute sulla spinta di 2 straordinari “maestri” della disciplina calcistica : Fausto Franchini ed Ivan Zauli.

 

Ed eccomi qua, io per primo, a fremere per gustare una chicca che si rivelerà tale.

 

PASSION SPORT : Mameli Giulia; Zetti Giulia, Tagnin Valentina, Della Chiesa Diletta, Di Battista Ilaria, Ferro Sara, Piccinini Eleonora, Terranova Federica. Allenatore : Desiante Raffaele; Dirigente Accompagnatore : Giaretta Franca.

 

LA STRADA DEI CAMPIONI : Badiali Patrizia; Antonecchia Nicolas, Menozzi Laura, Magrini Francesca, Piancastelli Sabrina, Cappelli Valentina, Fiorentini Rebecca, Spada Alice. Allenatore : Zauli Ivan; Dirigente Accompagnatore : Mamuda Aisha.

 

Manca dal rettangolo di gioco una grande protagonista : Marika Graziani showwoman per eccellenza, suscettibile di incantare le platee con le proprie “prelibatezze” tecniche e ciò sembra attribuire un vantaggio rimarchevole alla Passion Sport che col …..ruggito del …leone passa subito, (dopo un minuto di gara), in vantaggio. Ma Ivan Zauli non è uso a demoralizzarsi e, mutatis mutandis, tonifica le proprie pupille, che, dopo varie occasioni sprecate, al 6° con la funambolica, imprendibile, Antonecchia Nicolas riescono a pareggiare il risultato. Al 15°, a regalare il vantaggio alla STRADA DEI CAMPIONI è  Spada Alice, preziosa in ogni ruolo e circostanza. 

 

La prima fazione di gara, bellissima e combattuta termina con il risultato di 1 a 2.

 

Inizia il secondo tempo : la Passion Sport spinge con produttività e, da un momento all’altro, sembra in procinto di impattare le sorti dell’incontro; è solo grazie alle super parate del portiere Badiali Patrizia, migliore in campo, che LA STRADA DEI CAMPIONI  conserva invariato il risultato fino al 10° di gioco. Ma, (pazzia ed imprevedibilità del calcio) proprio allorquando Passion sport sembra aver agguantato alla gola l’antagonista, le ragazze della STRADA DEI CAMPIONI allungano con il secondo goal di Spada Alice e producono la svolta rivelatasi determinante. Continua a regalare emozioni il portiere della STRADA DEI CAMPIONI con delle super parate che entusiasmano il pubblico, dopodichè al 17° è ancora Nicolas Antonecchia a segnare ed al 19°, con la Passion Sport oramai rassegnata,  provvede Cappelli Valentina a mettere il sigillo sul risultato.

 

PASSION SPORT ASD 1 - LA STRADA DEI CAMPIONI  5. Nella gara, ottimalmente organizzata da Giulia Mameli, Molino Sabrina e Federica Terranova, hanno vinto la correttezza, il bel gioco e lo sport; ha perso chi ha ritenuto di andare a vedere qualcos’altro. Arrivederci a Riccione per le Finali Nazionali.