Stampa questa pagina - Chiudi


Ciclismo

Giro d’Italia, impresa di Carapaz: trionfo e maglia rosa

25/05/2019


Giro d’Italia, impresa di Carapaz: trionfo e maglia rosa

La quattordicesima tappa del Giro d’Italia 2019 è di Richard Carapaz che passa in testa alla classifica generale, strappando la maglia rosa allo sloveno Jan Polanc. In una delle tappe più dure di questa edizione, con soli 14 km pianeggianti su 131, e 5 Gp della montagna (due di prima categoria) nei 131 km da Saint Vincent a Courmayeur l’ecuadoriano della Movistar con un attacco sul San Carlo si è costruito il vantaggio che ha portato fino al traguardo. In 4’02’23” si è lasciato a 1’32” Simon Yates e a 1’54” il gruppetto guidato da Vincenzo Nibali.

 

Per Carapaz è il terzo successo al Giro d‘Italia, il secondo in questa edizione dopo quello di Frascati.

 

LA TAPPA—   Sulla prima salita di giornata, il Verrayes, ha attaccato Simon Yates, su cui si è riportato subito Roglic, con Landa. Il secondo attacco di Yates, pochi chilometri dopo, è invece stato neutralizzato da Nibali in prima persona.

 

In discesa è partita la fuga di giornata, alla fine tra due diversi tentativi sono rimasti in 12, con Caruso, Ciccone, Gallopin e Izaguirre. Il vantaggio massimo è arrivato a 2’30”. Sul San Carlo l’attacco di Vincenzo Nibali, a cui Roglic ha risposto con Miguel Angel Lopez, Landa e Carapaz. Alla fine l’attacco decisivo è stato quello di Richard Carapaz a 2 km e mezzo dalla vetta del San Carlo, il colombiano ha accumulato una decina di secondi di vantaggio e poi finalmente è stato anche il gran favorito del Giro, Primoz Roglic, a prendersi la responsabilità di un’azione, a cui hanno risposto Nibali, Landa, Lopez e Majka, il gruppetto che è arrivato in vetta a 28” di ritardo da Carapaz. L’ecuadoriano ha resistito in discesa e ha poi aumentato il vantaggio nell’ultima ascesa a Courmayeur, chiudendo con un vantaggio che gli consente di conquistare la maglia rosa.

 

ARRIVO—   1. Richard Carapaz (Movistar) 4h02’23”

2. Simon Yates (Mitchelton Scott) a 1’32”

 

3. Vincenzo Nibali (Bahrain Merida)

 

4. Rafal Majka (Bora Hansgrohe)

 

5. Mikel Landa (Movistar)

 

6. Miguel Angel Lopez (Astana)

 

7. Pavel Sivakov (Ineos)

 

8. Primoz Roglic (Jumbo Visma)

 

9. Joseph Dombrowski (Education First)

 

10. Damiano Caruso a 2’01”

 

11. Davide Formolo a 3’49”

 

12. Bauke Mollema a 4’04”

 

19. Giulio Ciccone a 7’13”

 

20. Ilnur Zakarin (Rus) a 7’20”

 

28. Jan Polanc (Slo) a 7’41”.

 

CLASSIFICA—   1. Richard Carapaz 58h35’34”

2. Primoz Roglic a 7”

 

3. Vincenzo Nibali a 1’47”

 

4. Rafal Majka a 2’10”

 

5. Mikel Landa a 2’50”

 

6. Bauke Mollema a 2’58”

 

7. Jan Polanc a 3’29”

 

8. Pavel Sivakov a 4’55”

 

9. Simon Yates a 5’28”

 

10. Miguel Angel Lopez a 5’30”

 

fonte:Gazzetta.it