Stampa questa pagina - Chiudi


Basket | Giovanili

Mondiali Under 19, il focus sulle dodici Azzurre scelte da coach Riccardi

31/07/2021


Mondiali Under 19, il focus sulle dodici Azzurre scelte da coach Riccardi

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Mondiali Under 19, il focus sulle dodici Azzurre scelte da coach Riccardi

Debrecen, un luogo che ha sorriso di recente alla nostra nazionale, uno dei principali “hub” degli eventi giovanili internazionali, che anche nella torrida estate 2021 ospita un evento prestigiosissimo, i Mondiali Under 19 che tornano in Europa dopo la precedente esperienza di Bangkok. Con un’Italia in più: il gruppo a disposizione dell’esperto coach Roberto Riccardi e del suo staff sono di altissima qualità e promettono di offrire spettacolo.

Si comincia il 7 agosto alle 20.30 contro gli USA, il giorno dopo alle 17 l’Egitto, infine il 10 agosto la sfida all’Australia alle ore 20.30. Nessuna eliminazione per la fase a gironi, che delineerà il tabellone per i successivi match dall’11 al 15 agosto, quando gli ottavi sanciranno l’inizio della fase ad eliminazione diretta.

Ma andiamo a conoscere meglio le dodici di coach Riccardi.

5 – GIORGIA BOVENZI (2002, Playmaker, Virtus Basket Aprilia)

La scorsa stagione: Virtus Basket Aprilia (Serie B) – 11.9 punti di media a gara.

La playmaker della Virtus Basket Aprilia rientra nel gruppo dopo aver saltato l’Europeo con l’Under 18 nell’estate 2019: precedentemente, nel 2018, Bovenzi ha vinto l’oro a Kaunas nell’Europeo Under 16 facendo registrare 4.7 punti di media. Nel frattempo, a livello di club, la play di 165 centimetri è un punto fermo per Aprilia, terza miglior realizzatrice e protagonista del quarto posto in B laziale.

7 – FRANCESCA LEONARDI (2002, Ala, Basket Team Crema)

La scorsa stagione: Doppio tesseramento Umana Reyer Venezia (Serie A1) e Ponzano Basket Serie A2 – 12.6 punti e 4.9 rimbalzi di media. Campionessa d’Italia 2021.

Aggiunta importante per il “superteam” di coach Diamanti in quel di Crema, Leonardi oltre a far parte del gruppo Reyer nella stagione 2021/2022 si è confermata come una delle migliori realizzatrici pure di A2 con Ponzano: per lei stagione di career high in praticamente ogni statistica di tiro (52% da due, 38% da tre, 83% ai liberi) a testimonianza del grande lavoro svolto sul suo repertorio offensivo. Torna in Azzurro dopo l’oro Under 18 del 2019, in un Europeo chiuso a 3 punti di media.

8 – VITTORIA ALLIEVI (2003, Ala/Guardia, Basket Costa)

La scorsa stagione: Basket Costa (Serie A1) – 3 punti, 2.7 rimbalzi, 1.5 assist di media.

A Costa Masnaga, Allievi sta gradualmente ampiando il suo gioco, con le ultime sfide del coaching staff che ora riguardano la sua capacità di playmaking e gestione. Ottima aggressività in difesa, è stata subito confermata in estate dalla società masnaghese per cui sta facendo un ottimo lavoro da specialista con le senior. Una delle due 2003 nel gruppo, per lei 4.3 di media nell’ultima manifestazione continentale disputata, l’Europeo Under 16 2019 a Skopje.

9 – GIULIA NATALI (2002, Guardia, Basket Le Mura Lucca)

La scorsa stagione: Umana Reyer Venezia (Serie A1) – 2.8 punti, 1.1 assist, 39% da tre, 92% dai tiri liberi. Campionessa d’Italia 2021.

Dopo l’annata passata alla Reyer, Natali ha firmato con Lucca dove ritroverà parte dello staff che l’aveva già lanciata con la maglia di Vigarano. Senza dubbio una delle nostre giocatrici più rappresentative, con in più esperienza internazionale anche da senior (EuroCup Women) maturata nel corso dell’ultima stagione. Tra le protagoniste dell’oro Europeo Under 18 di Sarajevo, con 12 punti di media e un fatturato di 19 nella finale contro l’Ungheria.

10 – ANNA TUREL (2002, Play/Guardia, Libertas Basket School Udine)

La scorsa stagione: Libertas Basket School Udine (Serie A2, Girone Nord) – 7.4 punti, 1.4 assist di media; 36% da tre.

Turel è ormai un elemento imprescindibile per la formazione di Udine, che si è affrettata a rinnovare l’accordo con lei anche per la prossima stagione in cui, complice la partenza di Peresson, coach Riga potrebbe affidarle ancora più responsabilità in regia. Tiratrice da tre mortifera, l’esterna di 174 centimetri è sicuramente una mina vagante quando in giornata coi tiri da dietro l’arco.

12 – MARTINA SPINELLI (2002, Ala/Centro, Virtus Eirene Ragusa)

La scorsa stagione: Basket Costa (Serie A1) – 7.8 punti, 5.3 rimbalzi, 1.4 recuperi di media.

Caposaldo di Costa Masnaga nella scorsa annata, Spinelli ha deciso di fare il grande salto in estate firmando per la Passalacqua Ragusa. In Sicilia ci si aspetta molto da una giocatrice incredibilmente versatile: 1.89 d’altezza, a Costa ha ricoperto ruoli da ala piccola, ala grande e centro grazie al suo valore in difesa e a un buon “range” di tiro. Tra le lunghe migliori del gruppo che ha conquistato l’oro europeo a Sarajevo nel 2019, 6 punti e 5.6 rimbalzi per lei in quella manifestazione.

13 – SILVIA NATIVI (2002, Playmaker, Louisiana Tech University)

La scorsa stagione: Galli San Giovanni Valdarno (Serie A2 – Girone Sud) – 6.6 punti, 2.3 assist di media. Miglior Giovane RMB Final Eight di Coppa Italia A2 2021.

Scelta coraggiosa per Nativi, che dopo aver giocato una buona stagione a San Giovanni Valdarno, andando vicinissima alla promozione in Serie A1, inizierà dopo quest’impegno la sua avventura negli USA con la maglia di Louisiana Tech. Play moderna, aiutata da una buona stazza (181 centimetri), Nativi ritrova in nazionale l’ex compagna a Vigarano Giulia Natali, ma soprattutto promette progressi rispetto all’Europeo Under 18 di Sarajevo in cui chiuse a 2.8 punti di media giocando a sprazzi.

14 – ILARIA PANZERA (2002, Ala, Allianz Geas Sesto San Giovanni)

La scorsa stagione: Allianz Geas Sesto San Giovanni (Serie A1) – 7.9 punti, 2.1 assist, 2.1 recuperi di media.

Inserita tra i gioielli di quest’edizione del Mondiale, l’ala di Geas, pur sempre con qualche infortunio e acciacco durante la stagione, ha chiuso l’anno con buoni numeri mostrando progressi nella lettura del gioco e confermando lo straordinario fiuto per le palle recuperate chiudendo oltre le due di media in circa 30’ di gioco. Grande atletismo e devastante quando va in entrata, Panzera a Sarajevo aveva fatto girare parecchie testa con 11.6 punti, 6.3 rimbalzi e 4.4 assist.

 

16 – NDACK MBENGUE (2003, Centro, Team Birmingham Elite)

La scorsa stagione: Team Birmingham Elite (Gran Bretagna).

L’altra classe 2003 del gruppo è la giocatrice scuola Ororosa, che ha però passato l’ultima stagione in Gran Bretagna, decisamente fuori dai radar del nostro campionato. Un campionato italiano in cui ha giocato in carriera appena 13 partite, con la maglia dell’Edelweiss Albino, nella stagione 2019/2020. Ultima uscita con la nazionale a Skopje nell’Europeo Under 16: due punti di media ma 5.6 rimbalzi per una 1.90 decisamente fisica e presente sotto le plance.

18 – MERIEM NASRAOUI (2002, Ala/Centro, Alpobasket ’99)

La scorsa stagione: Basket Club Bolzano (Serie A2 – Girone Nord) – 11.8 punti, 5.8 rimbalzi di media.

La giocatrice da Basket Costa anche quest’anno si è affermata come una delle lunghe più solide in A2 con la maglia di Bolzano, nonostante la continua stagione di “stop and go” del BCB non abbia aiutato le sue condizioni di forma. Per lei quest’anno nuova sfida con la maglia di Alpo, in cui assieme a Serena Soglia non dovrà far rimpiangere la partenza di Veronica Dell’Olio. Fisicità e buon raggio di tiro, è stata tra le lunghe la nostra miglior attaccante a Sarajevo con 9.3 punti di media.

19 – SILVIA COLOGNESI (2002, Centro, Cestistica Spezzina)

La scorsa stagione: Basket Carugate (Serie A2 – Girone Nord) – 9.6 punti, 7.7 rimbalzi di media; 65% da due.

Come un calabrone: l’altezza di Colognesi, appena 181 centimetri dichiarati, non sembrerebbe deporre al favore della sua impostazione da centro. Ma in realtà la lunga scuola Costa Masnaga, oggi a La Spezia, dalle parti del pitturato si trova benissimo: stellare il 65% da due con cui ha chiuso l’ultimo campionato, testimonianza della sua capacità di non forzare ma trovare punti muovendosi negli spazi e facendosi trovar pronta a rimbalzo.

24 – ASHLEY CHINENYE EGWOH (2002, Centro, Magnolia Campobasso)

La scorsa stagione: Magnolia Campobasso (Serie A1) – 0.5 punti di media.

Dopo gli infortuni con High School Basket Lab che ne hanno condizionato la stagione 2019/2020, Egwoh ha cercato una sfida a Campobasso e ha convinto lo staff tecnico, che l’ha confermata per la stagione successiva. Lunga fisica e dotata di buona stazza, 1.91, i fondamentali offensivi sono decisamente importanti e la rendono un fattore vicino al canestro.

 

Area Comunicazione e Stampa

Lega Basket Femminile