Stampa questa pagina - Chiudi


Basket | Dilettanti | DNB

Sinermatic Ozzano - Tigers Cesena 92-83 (23-23, 19-16, 21-17, 14-21, 15-6)

08/05/2022


Sinermatic Ozzano - Tigers Cesena 92-83 (23-23, 19-16, 21-17, 14-21, 15-6)

Seguici su Facebook :  BASKET EMILIAROMAGNA  

 

Ad Ozzano Cesena perde ma convince, i Tigers portano gli emiliani all'overtime

Primo tempo godibilissimo, con le due squadre a tenere ritmi alti e a giocare a viso aperto. Ne nasce un match che fissa i punteggi di fine quarto sul filo dell’equilibrio, frutto di break e contro break. I primi a trovare con convinzione continuità in attacco sono i Tigers di coach Patrizio, sospinti da un convincente Ndour, autore di 5 punti sul pronti e via. Quando i due allenatori danno respiro ai quintetti base, Ozzano inizia a fare la voce grossa e a racimolare falli sotto le plance. L’arma principale degli emiliani è però, per i primi 20 minuti di gioco, il tiro da 3 punti. Guidati da Ceparano e Lasagni, i padroni di casa bucano la retina dai 6,75 per ben 8 volte su 13 tentavi. Cesena mostra però la faccia giusta, pur priva di Nwokoye, e rintuzza, con pazienza e convinzione, ogni tentativo di fuga degli emiliani. Moretti, 12 punti, Mascherpa e Bugatti i più convincenti fra i bianconeri, che tengono, contro pronostico, anche a rimbalzo con 19 carambole sulle 18 catturate da Ozzano.

Nel 9 – 3 di parziale emiliano di inizio terzo quarto, nei primi 2’30’’, c’è un po’ il sunto di quanto la partita dirà fino alla sirena. Torna il tiro micidiale di Ozzano dalla lunga, con due bombe di Chiappelli, ma soprattutto si palesa la difficoltà di Cesena nel contenimento dei lunghi. Il quintetto da corsa, con Brighi, Mascherpa e Gallizzi, promette a coach Patrizio velocità, ma anche scarsa precisione al tiro ed i romagnoli segnano pochissimo, anzi, a 5’36’’ subiscono la tripla di Lasagni del 54-43, con la sola tripla di Gallizzi di inizio quarto a referto. A 4’50’’ il tecnico bianconero ridisegna il quintetto con Bugatti, Moretti, Arnaut, Anumba e Mascherpa. Ozzano trova piano piano il +10 ed il quindi il +15, ma nell’ultimo minuto del terzo quarto i Tigers trovano la tripla di Gallizzi e due punti preziosi di Anumba prima della tripla a fil di sirena di fine periodo di Bugatti, per il 63-56  al 30’.

Col quintetto da corsa, senza lunghi di ruolo in campo, Cesena accorcia fino al 65-59 a 5’59’’ dalla sirena, con i padroni di casa che sporcano le statistiche dall’arco. Per coach Patrizio, che plaude alla difesa dei propri ragazzi, capace di anestetizzare l’attacco avversario, torna il momento di Ndour. Il nuovo assetto porta subito un rimbalzo in attacco e una recuperata in difesa, propiziata dal pivot bianconero. A 4’37’’ è la tripla di Anumba a scuotere i suoi e riportare i Tigers in linea di galleggiamento, sul 67-62. Klyuchnyk però risponde e manda in panca Ndour col quarto fallo e si prende il 70-62 affondando a due mani. Moretti riapre i giochi dall’arco con il suo diciottesimo punto. La partita continua sui ritmi alti del primo tempo. Decisamente godibile. Merito di una Cesena salita in Emilia con la voglia di giocarsela fino in fondo. La tripla di Gallizzi, nell’ultimo minuto, scrive il 76-75, mentre la recuperata di Moretti manda lo stesso in lunetta per i liberi del sorpasso. Sul 76-77 coach Loperfido è costretto al time out a 39’’ dal gong. Alla ripresa del gioco Bugatti è una piovra in area su Chiappelli, ma il tiro di Mascherpa a 13’’ non entra e Ozzano può chiudere con la rimessa a 12’’ dalla sirena. Cesena ci crede, Ozzano rimette in attacco dopo il time out. Klyuchnyk, dopo il fallo fantasma fischiato ad Anumba a rimbalzo, fa 1/2 a cronometro fermo per il 77 pari. Per coach Patrizio ci sono 7’’ per disegnare una vittoria contro pronostico. La rimessa è affidata a Mascherpa, Gallizzi centra il ferro dall’arco, ed il match va ai supplementari.

Coach Patrizio rinuncia ancora ai lunghi, affidandosi all’imprescindibile Moretti di serata, Mascherpa, Gallizzi, Bugatti e Anumba. Proprio il numero 3 apre le danze con un perfetto 2/2 dalla linea della carità e mette i bianconeri sulla buona strada. Ma Lasagni è in agguato e spara subito la tripla del sorpasso a 4’30’’. Moretti risponde in slalom, ma Folli centra ancora dall’arco. Piovono triple! Folli raddoppia. Ozzano scappa sull’86-81. Dalla persa di Mascherpa, Klyuchnyk inchioda in contropiede il +7, che costringe coach Patrizio al time out sull’88-81 a 2’33’’. L’inerzia non cambia ed il referto rosa va ad Ozzano.

A Cesena rimane la fondamentale convinzione di aver trovato un’ottima sinergia con il nuovo allenatore e soprattutto nuovi equilibri in vista dei Playout. Domenica 15 si alzerà il sipario, al Carisport, alle ore 18:00, con la palla a due della serie fra Tigers Cesena e Sutor Montegranaro.  

Sinermatic Ozzano - Tigers Cesena 92-83 (23-23, 19-16, 21-17, 14-21, 15-6)

Sinermatic Ozzano: Dimitri Klyuchnyk 23 (8/9, 1/3), Simone Lasagni 17 (1/4, 4/7), Gioacchino Chiappelli 15 (3/7, 3/5), Matteo Folli 12 (1/1, 3/5), Alessandro Ceparano 11 (0/3, 3/6), Riccardo Iattoni 6 (3/5, 0/1), Marco Barattini 5 (0/3, 1/2), Marco Morara 3 (0/1, 0/0), Jacopo Landi 0 (0/0, 0/0), Riccardo Galletti 0 (0/0, 0/0), Nicola Cisbani 0 (0/0, 0/0), Simone Bonfiglio 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 22 - Rimbalzi: 43 7 + 36 (Dimitri Klyuchnyk, Alessandro Ceparano 11) - Assist: 21 (Simone Lasagni 6)

Tigers Cesena: Gioele Moretti 22 (4/8, 4/8), Fabio Bugatti 14 (3/9, 2/6), Simon Anumba 13 (4/9, 1/3), Ezio Gallizzi 12 (1/5, 3/9), Giulio Mascherpa 11 (4/7, 0/6), Vladan Arnaut 6 (2/4, 0/1), Rene’ maurice Ndour 5 (2/6, 0/0), Antonio Brighi 0 (0/0, 0/1), Obinna Nwokoye 0 (0/0, 0/0), Tommaso Giorgini 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Bertini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13 / 15 - Rimbalzi: 39 15 + 24 (Giulio Mascherpa 12) - Assist: 22 (Ezio Gallizzi, Giulio Mascherpa 7)

 

 

Massimo Framboas - Ufficio Stampa Tigers Cesena