Stampa questa pagina - Chiudi


Volley | Naz.li Maschile

Workshop Bologna - L'impatto socio - economico di un grande evento sul territorio

20/07/2023


Workshop Bologna - L'impatto socio - economico di un grande evento sul territorio

                                                                                                                                                                                                         Seguici su Facebook :    VOLLEY EMILIAROMAGNA

 

 

Workshop Bologna - L'impatto socio - economico di un grande evento sul territorio

EuroVolley Tour torna a Bologna dopo il primo appuntamento del 6 e 7 giugno, questa volta per ragionare insieme sull’impatto socio-economico di un grande evento sportivo, quale sono gli Europei di volley, che vedranno l’Italia, allenata da Ferdinando De Giorgi esordire contro il Belgio, il 28 agosto alle ore 21.00, all’Unipol Arena.

All’incontro, molto partecipato, svoltosi oggi alle ore 9.30 presso una Sala Anziani di Palazzo D’Accursio, in Piazza Maggiore 6 a Bologna, moderato dal Presidente USSI Emilia Romagna Alberto Bortolotti è intervenuta Roberta Li Calzi, Assessora allo sport e al bilancio del Comune di Bologna dichiarando: “Gli Europei accenderanno i riflettori sul nostro territorio, Bologna a sua volta sarà sotto i riflettori visto che avrà l’onore di ospitare all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno la gara inaugurale degli Azzurri di Ferdinando De Giorgi che sfideranno il Belgio. Sarà quindi un'altra straordinaria occasione di promozione che darà anche la possibilità ai giovani di vedere da vicino i campioni che abitualmente ammirano in tv. Gli eventi sportivi sono occasioni di spettacolo e di emozioni e come Amministrazione ci impegniamo sempre più per offrire servizi e infrastrutture adeguate."

 Giammaria Manghi, Capo della Segreteria politica della Presidenza della Regione Emilia-Romagna ha affermato: “Il titolo di questo incontro sottende una scelta di politica territoriale istituzionale, gli eventi non arrivano solo per capacità organizzative che nelle nostre città è di ottimo livello, ma perché si fanno delle scelte di natura strutturale che il Presidente Bonaccini ha compiuto dall’inizio del suo primo mandato. Una delle linee fondamentali è stata lo sport: il valore dello sport anche dal punto di vista economico è fortemente in crescita. Restano, naturalmente, i valori fondativi cui l'ambito sportivo è portatore: prevenzione e diffusione di sani e corretti stili di vita, educazione, accoglienza, inclusione, sono tutti elementi accolti e affermati nella programmazione della Regione. A fianco di questi vi è anche la capacità dello sport di fare promozione del territorio. Nel 2022 a Rimini abbiamo organizzato il Salone del turismo sportivo con federazioni, leghe, tavole rotonde sintetizzato nello slogan “sport in valigia”. La Regione ha sviluppato 8 accordi triennali con le Federazioni per dare concretezza e continuità ad una visione. Con la Federazione Pallavolo quest’anno abbiamo organizzato nove eventi importanti, da quello internazionale come gli Europei, a finali regionali e nazionali nel territorio che non vanno sottovalutati né per valore né per il movimento di persone del territorio, quali l’S3, i Campionati italiani di beach volley ormai residenti a Bellaria e a Igea Marina, il Trofeo delle Regioni di Beach Volley a Cesenatico, il Campionato Italiano di Sitting volley disputatosi a Parma. C’è circolarità di eventi che stanno dentro un accordo di questo tenore. Lo stesso paradigma lo ritroviamo negli accordi con altre Federazioni. Del beneficio di un evento nei territori abbiamo avuto prova anche a Zocca che è diventata sede dei ritiri delle nazionali giovanili della pallavolo, con 3609 dormite che portano grande ritorno economico ad una parte di territorio che la Regione intende rilanciare. Abbiamo per tutte queste ragioni commissionato una ricerca a SG Plus per cogliere ed evidenziare l'effetto in termini di ricadute economiche generate da 70 eventi sostenuti dalla Regione Emilia-Romagna nel corso dell'anno 2022.”

 

Presente anche il Presidente del Comitato Regionale FIPAV Emilia-Romagna, Silvano Brusori: “Siamo onorati ed emozionati di ospitare la prima gara della Nazionale Maschile a Bologna, nello specifico nella bellissima struttura dell’Unipol Arena di Casalecchio di Reno. È un grande impegno e ringrazio tutti i comitati territoriali per il supporto. Se mi chiedete perché è importante essere parte di un progetto così ampio posso rispondere che lo è sia per la visibilità che una grande manifestazione dà alla città, sia perché questi sono i momenti migliori per avvicinare i più giovani alla nostra disciplina. Quando si è giovani la parte emotiva direziona le scelte e l’effetto volano di queste manifestazioni porta sempre una crescita nei numeri dei tesserati, ma noi come Federazione dobbiamo farci trovare pronti proprio per non deludere le attese di chi assistendo alle partite sogna un giorno di poterne essere protagonista”.

Ha concluso la prima parte Massimo Righi, Presidente Lega Pallavolo Serie A, dichiarando: “I nostri campionati coprono a macchia di leopardo il territorio italiano ed eventi come gli Europei amplificano il numero degli interessati e di questo ne beneficiano anche i campionati. Sono felice come bolognese che una sede sia Bologna dove Comune e Regione ci sostengono e sempre. Mi piace anche poter confermare che oggi come Lega quando contattiamo sedi per organizzati eventi ci viene subito chiesto della ricaduta socio economica dell’evento proposto sul territorio, a dimostrazione dell’acquisizione della consapevolezza del valore dello sport anche sotto questo punto di vista.”

Il workshop è quindi proseguito con l’esposizione di Roberto Ghiretti, docente MasterSport, che ha presentato un documento che analizza l’impatto economico previsto, con l’obiettivo di valutare le voci che determineranno il totale dell’indotto economico che si genererà sul territorio italiano a seguito dello svolgimento delle due manifestazioni di quest’estate. Ghiretti nel corso della sua presentazione ha evidenziato che: “Gli europei tornano in Italia dal 2015; sono coinvolte nove città su due tornei continentali e questa è stata una scelta della FIPAV che ha voluto ampliare la fascia di penetrazione di questo evento. La ricaduta economica è misurabile e quella sociale emerge nel tempo. Il totale dell'indotto economico atteso dai due tornei continentali potrà essere superiore ai 160 milioni di euro. Emerge inoltre che anche per lo Stato e per le Pubbliche Amministrazioni dei territori ospitanti e coinvolte nella gestione dell'evento sportivo, esiste un ulteriore ritorno in termini di imposte indirette, IVA, tasse di soggiorno degli alloggi, visibilità̀, politiche sociali e legacy. Un evento ha un senso solo quando lascia tracce economiche e sociali”.

È quindi intervenuta Giovanna Russo, dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna evidenziando: “In cosa la sociologia può aiutare a comprendere cosa c’è oltre lo sport? Lo sport a lungo è stato considerato un’attività minore, ora sappiamo che ha una forte ricaduta su più ambiti e che è un patto sociale che crea valore. Lo sport è un fatto multidimensionale; sport e attività fisica sono socialmente rilevanti perché coinvolgono quantità considerevoli di persone organizzati come sistemi sociali. Le scienze sociali aiutano a capire il peso che lo sport ha nella società contemporanea. Oltre 38 milioni di italiani lo praticano. Il fatturato dell’industria sportiva è di 78,8 miliardi pari al 3% del PIL e non esiste un altro fenomeno sociale capace di muovere e rendere coese così tante persone.  Dobbiamo ragionare in termini di cultura sportivizzata che produce capitale in termini economici, sociali e culturali. Sport come strumento di sviluppo per un welfare culturale su cui Bologna è all’avanguardia.”

A seguire la parola è passata a Elisabetta Velabri, Amministratore unico Pallavolo Bologna che si è espressa con queste parole: “Al livello giovanile le nostre società devono cogliere l’occasione di questi eventi; dal punto di vista sociale e culturale gli Europei sono un punto di formazione e momento di condivisione e confronto. Ringrazio il comitato per la formazione che stanno facendo su tutto il territorio. Come rappresentare della Lega devo ringraziare la Lega serie A per il lavoro che sta svolgendo sul territorio. Come società siamo nati nel 2018 nel periodo del mondiale. Abbiamo riunito tutte le società del territorio e abbiamo deciso di unirci e far nascere cosi Pallavolo Bologna. Vogliamo e lavoriamo per essere un punto di riferimento sul territorio con l’obbiettivo di arrivare al massimo livello.”

Ha concluso il workshop Gabriele Perrone, CEO Ennova – partner FIPAV, spiegando: "Per Ennova il tema della sostenibilità ambientale ed economica in ambito aziendale è sempre più centrale. Nella fattispecie da anni incentiviamo l'utilizzo di materiali che oltre la prestazione e la perfomance, possano garantire standard elevati di sostenibilità ambientale, sia come materiale 100% riciclabile, sia come materiali riciclati presenti all'interno del prodotto, sia come materiale che soddisfa a pieno l'economia circolare. Il tutto garantendo sempre, e in maniera assoluta, i più alti standard di qualità".

Tra i presenti in sala Alessandro Baldini, Presidente Comitato Territoriale FIPAV Bologna e Cesare Gandolfi, Presidente Comitato Territoriale FIPAV Parma, Umberto Suprani Presidente Regionale CONI, Marinella Vaccari, moglie dell’indimenticato e indimenticabile Nerio Zanetti oltre che istruttrice di atletica e per la disciplina regina delle Olimpiadi, presente in sala anche Massimo Magnani.

Gli appuntamenti di EuroVolley Tour in Emilia Romagna si concluderanno lunedì 24 luglio alle ore 21.00 ai Giardini Ducali di Modena, dove in un evento aperto a tutti e gratuito, gli appassionati di volley potranno ascoltare il giornalista Massimo Salmaso raccontare la storia della Maglia Azzurra dagli albori ai successi dei nostri giorni, insieme a tre icone del volley modenese quali Lorenzo Bernardi, Franco Bertoli, Fabio Vullo. Insieme a loro Marco Meoni.

 

Daniela Manduca