In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Giovanissimi

Zola Predosa 4 – Reggiolo 0

01/02/2015


Zola Predosa 4 – Reggiolo 0

LA FORZA DEL GRUPPO
01/02/15 Zola Predosa 4 – Reggiolo 0
Zola Predosa: 1 Iandolo, 2 Fusca, 3 Franceschi, 4 Cilona, 5 Tedeschi, 6 Rotiroti, 7 Feze, 8 Whaid (dal 23°st Golisciano), Di Bari (DAL 18°st Ben Salah), 10 Raiano C (dal 3°st Raiano R.). 11 Marino (dal 30°st Boccalupo). A disp. 12 Luccarini. Allenatore sig. Daniele Chiodo, Vice allenatore sig. Claudio Lelli, Dirigente accompagnatore sig. Francesco Rotiroti, Guardalinee sig. Fabio Franceschi
Reggiolo: 1 Malagutti, 2 Iori, 3 Caramaschi, 4 Musi, 5 Delfini, 6 Covri, 7 Prandi, 8 Pini, 9 Ghizzoni, 10 Galli, 11 Riccardi. A disp. 12 Costa, 13 Mazzali. Allenatore sig. Luigi Perrotta, Dirigente accompagnatore sig. Massimo Pini, Guardalinee sig. Ivo Mazzali .
Terzo incontro del girone di andata del Campionato Regionale Giovanissimi questa mattina a Riale, come da protocollo raduno alle 9,00 e fischio d’inizio alle 10,30. Quando ad inizio stagione abbiamo visto il gruppo dei nostri ragazzi arrivare a contare 22 elementi, il primo pensiero è andato alle difficoltà che avrebbe dovuto incontrare Mister Chiodo per decidere ogni Domenica i quattro ragazzi che, purtroppo, non avrebbero potuto prendere parte alla partita in modo da poter rispettare un regolamento che erroneamente, almeno per conto di chi scrive, limita a 18 i giocatori inseribili in distinta. Sbagliavamo, il destino, l’influenza e qualche infortunio ci hanno tolto il dubbio, questa mattina i ragazzi disponibili erano 16 di cui un paio uscivano dall’influenza praticamente nella notte ed uno ci entrava durante la partita. Certo vedere arrivare il Reggiolo con tredici ragazzi ci ha dato la prova che questo periodo è difficile a tutte le latitudini. Formazione sperimentale oggi che dava finalmente spazio a ragazzi che si sono sempre allenati seriamente e con impegno ma che, per i motivi che dicevamo all’inizio, avevano fino ad oggi trovato poco spazio. Un occasione per loro di mettersi in “vetrina” ed una per il nostro mister per poterli osservare sul campo. Vorrei approfittare di questo spazio per fare un complimento particolare ad Andrea Franceschi che al di là della prestazione, comunque positiva, ha saputo aspettare il suo momento sempre con il sorriso sulle labbra e dando dimostrazione di grande maturità quando questo momento tardava ad arrivare. I 70 minuti giocati oggi sono il giusto premio alla sua pazienza ed al suo impegno.
La partita… primo tempo molto equilibrato, il “solito” pallonetto del “solito” Marino ci consentiva di chiuderlo sul 1 a 0 ma, obiettivamente, un risultato di parità avrebbe rispecchiato maggiormente le forze viste in campo. Nel secondo tempo il Mister cambiava qualcosa nell’assetto della squadra ed anche la partita prendeva una piega diversa. Dopo i primi 5 minuti di sofferenza e l’ingresso di Raffaele Raiano che sostitutiva il fratello Ciro, il baricentro della partita si spostava nella metà campo del Reggiolo e lo Zola prendeva in mano la partita indirizzandola dalla sua parte. Già al decimo minuto Luigi “Gigio” Cilona siglava il raddoppio con una bella azione personale e al sedicesimo uno eroico Andrea “Dibbo” Di Bari (scopriremo poco dopo la fine dell’incontro che ha giocato con 39 di febbre) segnava il terzo e decisivo gol con un gran tiro dal limite dell’area. Alla fine della partita c’era ancora spazio per il quarto gol segnato da un Boccalupo in ripresa che utilizzava al meglio la sua arma migliore, la rapina in area. C’è da registrare che al Reggiolo mancavano 5 ragazzi di cui non conosciamo le capacità e quindi, il giudizio sulla squadra, è rimandato alla partita di ritorno. Sullo Zola che dire, sette punti nelle prime tre partite, tutte giocate in casa ma con grosse difficoltà di organico, sono un buon bottino, adesso ci aspettano due trasferte complicate, ecco, forse queste ci daranno le risposte sulle nostre reali capacità e ci potranno far capire cosa possiamo aspettarci da questo campionato regionale, non scordando mai che già il fatto di esserci è per noi motivo di orgoglio e felicità. Domenica stiamo organizzando un pullman che ci porti tutti insieme a Correggio e il Presidente ci aspetterà a Riale confezionandoci un buon pranzetto. Questo è l’aspetto ludico di questo torneo, forse quello che ci ricorderemo maggiormente quando tutto sarà finito. Io sono contento di esserci e, ne sono sicuro, lo siamo tutti, ragazzi genitori e, anche se non lo ammetterà mai… il nostro Mister.
Ci si legge Domenica, ovviamente neve permettendo.
Emanuele Cilona.

Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'