In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Giovanissimi

Zola Predosa - Solierese 4 - 6

13/04/2015


Zola Predosa - Solierese 	4 - 6

Scrivo questo articolo che riassume le ultime due partite disputate dalla formazione dei Giovanissimi 2000 e che, con i tre punti conseguiti Giovedì a Modena nella partita giocata contro la formazione del Gino Nasi, ci hanno consentito di aggiudicarci come prima classificata il girone regionale nel quale siamo stati inseriti nel mese di Gennaio.
Non mi soffermerò più di tanto sull’aspetto sportivo. In realtà si è trattato di due incontri strani, il primo vinto bene con il risultato di 5 a 0 e che ha visto Giammaria Boccalupo portarsi a casa il pallone a fine partita come premio per la tripletta segnata. Gli altri due gol sono invece stati realizzati dall’altro nostro attaccante Luigi Ben Salah; è stato importante per le due punte, avevano proprio bisogno di vedere la rete gonfiarsi. Degno di menzione anche l’ingresso in campo di Davide Dallara all’inizio del secondo tempo, ingresso salutato da un’ovazione del pubblico sugli spalti e Davide protagonista di una bella prestazione nei minuti giocati; ed infine bene anche l’apporto dato da Andrea Franceschi, anche lui entrato all’inizio del secondo tempo, e protagonista di una prestazione abbondantemente sopra la sufficienza.
Domenica invece, a girone già matematicamente vinto, siamo andati a Sozzigalli ad affrontare la Soliarese e abbiamo avuto la conferma, qualora ce ne fosse stato bisogno, di quanto possano essere determinanti le motivazioni nello sport. I ragazzi modenesi hanno affrontato la capolista come fosse la partita della vita ed i nostri invece con una birra ed un panino in mano, risultato di tutto questo? Fine primo tempo 4 a 2 per la Soliarese e se il risultato fosse stato di 5 o 6 a 2 nessuno avrebbe potuto avere nulla da eccepire. Solo nel secondo tempo, forse presi da un motto di orgoglio, i giocatori dello Zola provavano a rimettere in piedi la partita ma ormai inutilmente. Segnalo solo i marcatori che sono stati, nell’ordine, Fusca, Feze, Cilona, Cilona. Alla fine ci siamo consolati con una super mangiata al Filippetti, festeggiando anche il compleanno del nostro portierone Fabio Luccarini e aspettando i risultati dagli altri campi per determinare la composizione dei gironi di finale, e già… le finali, non vorrei che tutto questo ci facesse dimenticare che abbiamo raggiunto l’obbiettivo di giocarci le “final four” del campionato regionale. Certo adesso il gioco si fa duro e capiremo se siamo abbastanza duri da potercela giocare, ci aspettano nell’ordine San Lazzaro di Savena, Progetto Intesa di Cadelbosco (RE) e Sporting Chiozza di Scandiano, sempre in provincia di Reggio Emilia, tre squadre che per meritarsi il titolo di disputare queste partite hanno sicuramente un valore tecnico molto elevato e che ci daranno la misura del valore della nostra compagine. Mi verrebbe da dire che siamo già andati oltre ogni nostra più rosea aspettativa, se facciamo scorrere i nomi delle sedici squadre che si giocheranno il titolo c’è da farsi venire i brividi nella schiena, il gotha del calcio giovanile dell’Emilia Romagna. Quello che ho voglia invece di dire è che ormai ci siamo, se siamo lì è perché ce lo siamo meritato, nessuno ci ha regalato nulla, ogni punto è stato conquistato sul campo, metro su metro, minuto dopo minuto, quindi giochiamocela senza timori reverenziali, senza sensi di appagamento per qualcosa che già è comunque grande, facciamo che siano gli altri a dover pensare di doverci affrontare, che siano loro a dover venire a Riale e fare il risultato o che ci aspettino temendoci, ne abbiamo le capacità, le possibilità e “l’ignoranza” necessari.
Concludo dicendo che da adesso in poi tutto quello che verrà dovrà essere bellissimo, un ricordo che rimarrà indelebile nella memoria dei nostri ragazzi che potranno un giorno raccontare di aver partecipato alla fase finale di un campionato regionale, il massimo per giovani calciatori che giocano al loro livello. L’augurio è sicuramente quello di affrontarlo serenamente ma con grandissima determinazione e con la consapevolezza che se si è lì è perché ce le si è meritato, ed anche con lo spirito dello sport sano, quello dove ci si esalta per una vittoria, ma si riconosce la superiorità dell’avversario se si perde e mi auguro che questo discorso valga anche per le squadre che dovranno affrontarci. Che sia una festa … Una festa dello Sport, scritto con la S maiuscola non per errore di battitura.
Promettendovi di tenervi informati vi saluto e vi do appuntamento a Domenica 19 Aprile, ORE 10,30 al Campo Filippetti di Riale, giocheremo la prima partita contro il San Lazzaro di Savena, la squadra finalista del campionato interprovinciale dello scorso anno … Bisognerà fare davvero sul serio e io non ho dubbi, sarà così!
Emanuele Cilona

Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'