In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Professionisti | Lega Pro

Ravenna vs Sambenedettese 1-2

13/11/2017


Ravenna vs Sambenedettese 1-2

La Sambenedettese passa al Benelli per 2-1 sfruttando un calcio d’angolo e una punizione. Resta la bella prestazione dei giallorossi, all’altezza della situazione (Benelli col primato stagionale di presenze) e dell’avversario

 

Una grande e coraggiosa partita, in uno scenario degno della categoria, con il Benelli che regala passione, entusiasmo e un bel colpo d’occhio che si traduce nel primato stagionale di presenze (1.790). Ma tutto questo al Ravenna non basta: vince la Sambenedettese che trova la scossa dall’arrivo in panchina di Capuano e torna a correre dopo 4 partite, al Ravenna restano gli applausi e la consolazione di aver giocato una gara di spessore e tenace, per lunghi tratti alla pari di un avversario attrezzato per l’alta classifica.

La cronaca La Sambenedettese fa subito la voce grossa. Venturi deve opporsi in angolo all’incursione sul filo della linea di fondo di Rapisarda. Sugli sviluppi del corner, però, Tomi stacca più in alto di tutti sul servizio di Valente e manda sotto la traversa. La reazione del Ravenna è immediata: Maistrello, da un corner battuto da Selleri, anticipa Di Massimo che lo sgambetta da dietro. E’ rigore – il primo fischiato a favore in questo campionato - che Broso trasforma piegando le mani ad Aridità. Il resto del primo tempo offre poco sotto il profilo delle occasioni ma vede un Ravenna tonico e propositivo. La Samb arretra e chiude.

Cambia passo la formazione ospite nella ripresa e al 4’ torna in vantaggio con una punizione dalla sinistra di Bacinovic che trova nella sua traiettoria lo sfortunato tocco di Maistrello che manda il pallone in porta beffando Venturi. Poi Esposito calcia alto al 7’ da buona posizione. Antonioli corre ai ripari: dentro De Sena e Samb e attacco a tre. Al 14’ Ballardini conclude un’azione con un potente sinistro basso al volo che sibila di poco a lato. Tomi al 17’ (diagonale di sinistro fuori di pochissimo) e Di Massimo al 25’ (palo basso) spaventano il Ravenna che a sua volta si fa pericoloso al 34’ con Venturini che incorna alto un angolo di Selleri. L’ultimo quarto d’ora è un assalto generoso e costante alla porta della Samb e il pallone del 2-2 arriva proprio negli ultimi secondi sulla testa di Ballardini, dimenticato in area dai difensori rossoblu, ma per pochi centimetri l’esterno giallorosso non arriva all’impatto vincente.

Gli spogliatoi “Speravo in un risultato utile; per noi quella di oggi era una prova importante perchè volevamo dare continuità ai due ottimi risultati fatti in trasferta – commenta l’allenatore del Ravenna, Mauro Antonioli – e sapevamo di affrontare una squadra forte a livello individuale come la Samb che oggi ha avuto anche una reazione visto il cambio di allenatore. Purtroppo oggi gli episodi ci sono stati negativi, loro hanno fatto più possesso palla più predominio territoriale ma abbiamo preso gol su due calci piazzati. Sinceramente dispiace perché nel secondo tempo qualche occasione l’abbiamo creata, ci poteva stare anche il pari, sul 2-1 ci siamo sbilanciati, abbaimo cambiato anche il modulo e in qualche contropiede la Samb poteva arrotondare il risultato. Se avessimo pareggiato non credo, però, avremmo rubato nulla”.

 

Il tabellino del match

 

Ravenna-Sambenedettese 1-2

 

RAVENNA (3-5-2): Venturi; Venturini, Lelj, Capitanio (26’ st Ierardi); E. Ballardini, Severini (1’ st Cenci), Selleri, Piccoli (13’ st Samb), Magrini; Maistrello (13’ st De Sena), Broso (42’ st Portoghese). A disp.: Gallinetta, Ronchi, A. Ballardini, Sabba. All.: Antonioli.

SAMBENEDETTESE (3-4-3): Aridità; Conson, Miceli, Patti; Rapisarda, Gelonese (46’ st Damonte), Bacinovic, Tomi; Valente (20’ st Troianiello), Di Massimo (36’ st Sorrentino), Esposito (36’ st Vallocchia). A disp.: Pegorin, Mattia, Bove, Di Pasquale, Demofonti, Candellori, Di Cecco, Trillò. All.: Capuano.

ARBITRO: Ayroldi di Molfetta.

RETI: 14’ pt Tomi, 17’ pt rig. Broso, 4’ st aut. Maistrello.

NOTE: Ammoniti: Bacinovic, Di Massimo, Selleri, Miceli, Gelonese. Spettatori 1790, incasso  9.300 euro. Angoli: 2-5. Recupero: 1’ e 4’.

 

 

Ufficio stampa Ravenna FC 1913

Massimo Montanari

 




Il Ravenna ospita la Sambenedettese per una partita dal grande fascino

11/11/2017


Il Ravenna ospita la Sambenedettese per una partita dal grande fascino

 

 

Contro la Sambenedettese, davanti alle telecamere della Rai, la squadra giallorossa cerca di incrementare la sua serie positiva. Antonioli: “Giocheremo in un contesto stimolante: l’ideale per cercare l’ulteriore salto in avanti”

 

Le telecamere di Raisport 1 (che manderanno in onda la partita in differita lunedì alle 18), oltre a quelle di Sportube; il debutto della nuova maglia con il marchio dello sponsor, la Sapir, che ha riconfermato il suo importante e prezioso sostegno al club; l’iniziativa rivolta ai partecipanti alla Conad Family Run e alla Almaverde Bio Good Morning Ravenna di domani mattina, iniziative che fanno parte dell’ampio cartellone della Maratona di Ravenna; una prevedibile grande cornice di pubblico, che regalerà uno splendido colpo d’occhio, una tribuna stampa affollata (tantissime le richieste di accredito pervenute in società).

Luci più che mai accese al Benelli domani pomeriggio (fischio d’inizio dell’arbitro Giovanni Ayroldi di Molfetta, assistito da Gentileschi di Terni e Teodori di Fermo, alle ore 18.30) per il match tra Ravenna e Sambenedettese che torna sulla scena del campionato a distanza di 9 anni dall’ultima sfida giocata in Romagna (il 26 ottobre 2008 finì 1-1) e che si carica di grande fascino, dal momento che le due squadre metteranno in campo qualcosa come 28 anni in totale di Serie B. “Sarà un contesto molto stimolante - spiega mister Antonioli - e anche una bella vetrina per tutti. E viste le premesse, il Benelli dovrà rivelarsi ancora una volta il nostro valore aggiunto. Ringrazio tutti i tifosi che ci sono sempre stati vicini e domani vogliamo gioire insieme a loro. Dovremo avere il giusto atteggiamento, non subire cali di tensione durante la gara e, considerato il valore dell’avversario e il suo momento particolare, questa è la partita che ci può permettere di fare il definitivo salto mentale che ci serve. Vogliamo continuare sulla strada buona intrapresa con la partita col Mestre; continuiamo ad allenarci con grande intensità e grande voglia e vedo una squadra carica e pronta”.

A dare ulteriore fascino al tutto, c’è il fattore emotivo di una gara che arriva a tre giorni dalla restituzione alla città dell’impianto della Darsena, dove il Ravenna ha vissuto oltre trent’anni della sua attività agonistica. “Partecipare a quella inaugurazione è stato un onore e un piacere – sottolinea l’allenatore del Ravenna – e per noi è un motivo d’orgoglio fare parte di questo progetto di crescita e consolidamento della società. Ho visto curiosità, interesse, entusiasmo. E poter utilizzare questa struttura è davvero un grande traguardo per la società, un bel tassello per la crescita e la formazione dei tanti giovani del nostro vivaio. Per noi è un ulteriore motivo di responsabilità per far sì di raggiungere l’obiettivo della salvezza, a cui tutte le componenti del club stanno lavorando“.

 

L’iniziativa Come anticipato all’inizio, si consuma domani il “gemellaggio” tra il Ravenna FC1913 e la Maratona internazionale di Ravenna Città d’arte. Infatti, in coincidenza con la disputa della 42 km bizantina, il club giallorosso ha deciso di premiare con un ingresso gratuito al Benelli in occasione della partita Ravenna-Sambenedettese tutti i partecipanti alla Conad Family Run e alla Almaverde Bio Good Morning Ravenna di domattina, i quali troveranno all'interno del pacco gara un coupon da cambiare alle casse con un biglietto omaggio alla partita.

 

Le ultime dal campo Con Capitanio, ormai pienamente recuperato, e il rientro di Amedeo Ballardini, l’allenatore giallorosso deve fare i conti con le assenze di Lucarini e Tabacchi, di Barzaghi, infortunatosi al ginocchio destro nel match di Gubbio, e di Papa, squalificato. Sono così venti i convocati per la partita di domani.

 

L’elenco dei convocati

 

Portieri: Gallinetta, Venturi.

Difensori: Capitanio, Ierardi, Lelj, Magrini, Ronchi, Venturini.

Centrocampisti: A. Ballardini, E. Ballardini, Cenci, Piccoli, Sabba, Selleri.

Attaccanti: Broso, De Sena, Maistrello, Portoghese, Samb Falou, Severini.

 

Ufficio stampa Ravenna FC 1913



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'