In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Dilettanti | Regionale

Fulgor Fidenza 2014 vs Francesco Francia Pall. 70 - 65

Di Ufficio Stampa Fulgor Fidenza 2014 02/12/2019


Fulgor Fidenza 2014  vs Francesco Francia Pall.  70 - 65

C Silver:  Foppiani Fulgor Fidenza – F. Francia Zola Predosa  70 – 65
Parziali:  13-19;  38-37;  55-44.

Foppiani Fulgor Fidenza: Taddei ne, Gaudenzi, Montanari F. ne, Brogio 3, Di Noia 15, Massari 15, Maggi 9, Montanari L. 9, Garofalo ne, Bondani ne, Perego 17, Parmigiani 2. TL 15/22. All. Ghezzi.

F. Francia Zola Predosa: Degregori 15, Bavieri, Bianchini 4, Righi, Zappoli 2, Ramini 11, Masina 4, Bosi, Tubertini 11, Vivarelli 2, Almeoni 16. TL 9/14. All. Cavicchi.

Andrea GHEZZI: “Una vittoria costruita sulla difesa. A partire dal secondo quarto abbiamo lavorato con tanta intensità, riuscendo a ‘tenere’ l’uno-contro-uno. Una grandissima partita di Perego, che ha fatto proprio di tutto: punti, assist, rimbalzi, stoppate, difesa – e ha tenuto il campo per 38 minuti! Nel primo tempo, nel momento di maggiore difficoltà, è stato importante anche Maggi, che ci ha permesso di rimanere in scia. Nel finale poi decisivo Massari, sia per la gestione del ritmo che per i canestri nei momenti-chiave. Però tutti, ma proprio tutti, hanno contribuito a questa vittoria  con tanto lavoro in difesa, che ci ha permesso di spuntarla contro un avversario così forte nonostante le percentuali non brillanti al tiro“.

Daniele CAVICCHI, coach F. Francia: “Devo fare davvero i complimenti ai miei ragazzi, perché hanno tenuto per 40 minuti lottando punto a punto sul campo della squadra più accreditata della categoria. E’ stata una partita di grande intensità, dove tutti le hanno date e prese senza  risparmiarsi. Una partita emozionante, con gesti tecnici anche pregevoli e pure errori clamorosi, come succede quando l’adrenalina sale a questi livelli. In definitiva credo sia stato un bellissimo spot per questo campionato di C Silver“.

Ufficio Stampa
Fulgor Fidenza




Fulgor Fidenza 2014 vs Francesco Francia Pall. 70 - 65

Di Ufficio Stampa Francesco Francia 04/12/2019


Fulgor Fidenza 2014  vs Francesco Francia Pall. 70  - 65

FOPPIANI FULGOR FIDENZA – LA CANTINA DEI SAPORI F.FRANCIA  70 - 65    (13-19, 25-18, 17-7, 15-21)

Fidenza: Taddei, Guadenzi, Montanari F., Brogio 3, Di Noia 15, Massari 15, Maggi 9, Montanari L. 9, Bondani, Perego 17, Parmigiani 2.  All. Ghezzi

F.Francia: Degregori 19, Bavieri, Bianchini 4, Righi, Zappoli 2, Ramini 11, Bosi, Tubertini 10, Vivarelli 2, Almeoni 17.  All. Cavicchi

Domenica sera, nella decima giornata di andata (un terzo della stagione regolare), andiamo a Fidenza per confrontarci con l’altra capolista, sapendo già che Argenta – terza componente del gruppo di testa – ha vinto in casa e per rimanere quindi in scia.

Rientra Degregori ma Bonaiuti è ancora seduto in tribuna, dall’altra parte Garofalo, pur essendo in panchina, non entrerà mai in campo.

Ottima la cornice di spettatori, anche se il bellissimo PalaPratizzoli è talmente grande da sembrare mezzo vuoto. Partiamo con un quintetto un po’ diverso dal solito, con Ramini e Zappoli contemporaneamente in campo. Le scelte di coach Cavicchi sono azzeccate, anche perchè Fidenza sembra sentire la tensione e non segna mai mentre Zola prima con Ramini, autore dei primi 4 punti del match, e poi con Almeoni, si porta sullo 0-7; Entra in partita Perego che riporta i suoi in scia ma giochiamo bene e Degregori in arresto e tiro, Zappoli da sotto e Almeoni in contropiede ci ridanno il +7 che costringe Fidenza a chiamare timeout. Entra Tubertini al posto di Degregori e commette subito fallo a 24 secondi dalla prima sirena, altro bel canestro con slalom in area di Perego ma c’è il tempo per Tubertini di procurarsi un fallo e segnare entrambi i liberi (anche se il secondo viene annullato per invasione). Chiudiamo sopra di sei....

Il secondo quarto ci vede poco precisi al tiro e con un gioco poco fluido, anche se diversi rimbalzi in attacco ci consentono secondi tiri; Fidenza ci carica di falli, nel giro di un minuto Ramini commette secondo e terzo fallo e ritorna obbligatoriamente in panchina: bonus raggiunto in un amen mentre la casella dei falli “locali” rimane intonsa. Fidenza raggiunge il primo vantaggio a 6 minuti e 37 secondi dall’intervallo con Maggi e dà l’impressione di poter scappare via. Degregori e Masina ci tengono a galla ma sull’ennesima palla persa Massari ci punisce da tre e dopo aver infilato due liberi nell’azione seguente ha anche l’ultimo tiro che per fortuna nostra sbaglia. Si va negli spogliatoi - a parlarci sopra - sotto di uno.

Cominciamo il terzo quarto con lo stesso quintetto iniziale ma l’inerzia è ancora in mano locale; fatichiamo a segnare e subiamo contropiedi che per fortuna Fidenza non sfrutta pienamente. Perego in area fa quello che vuole, segna e si procura falli e come ciliegina Almeoni si infortuna quando mancano meno di tre minuti all’ultimo mini-intervallo; subisce un colpo e rimane a terra qualche minuto per poi uscire dal campo portato a braccia. Segniamo solo 7 punti nel quarto e siamo sul punto di “sbracare” ma ci viene in aiuto la sirena.

Nell’ultimo quarto coach Cavicchi manda in campo un quintetto “under”: i tre giocatori più giovani insieme a Degregori e Tubertini; la scelta paga: Bianchini segna subito 4 punti e Tubertini mette una tripla. Difendiamo bene e attacchiamo meglio e sull’ennesimo canestro da tre  Fidenza è costretta a chiamare timeout. Ci siamo riavvicinati ma Montanari prima e Massari poi ci ricacciano a -10; Almenoni rientra in campo per Bianchini e ora siamo noi a recuperare palloni e a correre. L’antisportivo di Maggi su Degregori, che segna entrambi i liberi, ci porta  a –3 con palla in mano. La buona difesa di Fidenza ci costringe a tirare “impiccati” ma il rimbalzo è nostro e sul successivo fallo segniamo entrambi i tiri dalla lunetta: siamo a –1.

Fidenza in attacco non realizza e anche noi sbagliamo da tre ma prendiamo nuovamente il rimbalzo con Tubertini a cui viene fischiata infrazione di passi a un minuto e 35 secondi dal termine. Di Noia da due e Massari da tre, dopo una stoppata subita da Almeoni, ridanno il +6 a Fidenza a 40”. Timeout Zola e rimessa in attacco ma il buon tiro da tre costruito non va, sembra finita ma Parmigiani commette infrazione di passi riconsegnandoci la palla che capitalizziamo con Ramini a 10 secondi. Abbiamo ancora un fallo da spendere ma purtroppo ne commettiamo due in sequenza e l’ultimo 1 su 2 dalla lunetta di Fidenza sancisce il risultato finale.

Peccato davvero, la vittoria avrebbe potuto essere alla nostra portata senza il passaggio a vuoto del terzo quarto... Senza che sia un alibi ma piuttosto un evidenza di come sentano l’appartenenza al gruppo i nostri ragazzi, Ramini ha giocato con la febbre.

Questa rimane comunque una buona prova contro la favorita per la promozione. Ora concentrati sulla prossima partita interna con Novellara, che ci tallona a soli due punti di distanza.

Forza Francesco Francia !

Area Comunicazione e Stampa
Francesco Francia Basket



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'