Web Analytics Made Easy -
    StatCounter
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Dilettanti | DNB

Tigers Cesena - Rimini, per i Tigers un derby a mente sgombra

Di Massimo Framboas

Pagina 1 di 1

30/04/2022

Tigers Cesena - Rimini, per i Tigers un derby a mente sgombra

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Tigers Cesena - Rimini, per i Tigers un derby a mente sgombra

 

Obiettivi diversi, destini ormai scritti per Cesena e Rimini, che approcciano il derby del Carisport a 80 minuti dal termine di una regular season che vede i rivieraschi lanciati nella lotta per il primato, mentre i bianconeri sono ormai concentrati sulla post season che vale la B per la prossima stagione. Una presa di coscienza per Mascherpa e compagni che non deve però essere scambiata per rassegnazione. Innanzi tutto perché il derby è sempre il derby, ed in secondo luogo c’è senza dubbio da considerare l’effetto del cambio di panchina. Quella di domenica infatti non sarà solamente Cesena – Rimini, ma rappresenterà anche l’esordio ufficiale sulla panchina cesenate di coach Vincenzo Patrizio. Per lui il primo obiettivo sarà sicuramente testare il grado di apprendimento della squadra bianconera che, con il pochissimo tempo avuto a disposizione, dovrà dimostrare di essere già in sintonia con il proprio coach.

Con Simon Anumba ancora da valutare, sarà interessante per l’ambiente Tigers osservare i nuovi input e le nuove disposizioni tecniche, a partire dalla distribuzione dei minutaggi che vorrà adottare coach Patrizio. Veramente immane il lavoro svolto in questi pochi giorni dal tecnico campano, che nel giro di pochissimo tempo, ha dovuto imparare a conoscere i suoi nuovi giocatori e iniziare a impartire la propria pallacanestro senza però  stravolgere il consolidato. Di sicuro coach Patrizio vorrà misurare la capacità di soffrire dei propri ragazzi, così come apertamente dichiarato al suo arrivo a Cesena. Ritmi alti e difese forsennate saranno quindi quanto di più probabile attendersi al levarsi della palla a due. Di fronte, una Rimini sulla quale c’è veramente poco da dire, con la classifica ed il roster a dare la misura del potenziale della squadra allenata da coach Ferrari, in settimana pure impreziosita dall’acquisto di Guido Scali, giovane già affrontato da Cesena nella finale di Coppa Italia tre stagioni orsono, in maglia Omegna.

La palla a due verrà alzata alle ore 18:00 di domenica 1 maggio al Carisport di Cesena. Arbitrano Giorgio Silvestri e Giacomo Fabbri di Roma. Il match sarà trasmesso in diretta streaming in esclusiva sulla piattaforma a pagamento LNP Pass di Lega Nazionale Pallacanestro. Per l’occasione verrà aperta la biglietteria LATO OVEST, per i tifosi ospiti che non avessero acquistato il biglietto online, mentre sempre ai tifosi di Rimini verrà riservato l’ingresso OVEST su via Fausto Coppi.

 

Massimo Framboas - Ufficio Stampa Tigers Cesena

Tigers Cesena – RivieraBanca Basket Rimini 75-87 (13-21, 17-19, 19-25, 26-22)

Di Massimo Framboas

Pagina 1 di 1

02/05/2022

Tigers Cesena – RivieraBanca Basket Rimini 75-87 (13-21, 17-19, 19-25, 26-22)

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Cesena perde come da pronostico con Rimini, ma c'è!

Cesena c’è! Al termine della onorevolissima sconfitta contro una super corazzata come Rimini, che potrebbe tranquillamente veleggiare nelle parti alte della classifica anche solo con la panchina, si può affermare che Cesena c’è. Se tifosi e neoallenatore si attendevano una reazione da Mascherpa e compagni, si può affermare senza timore di smentita che questa reazione c’è stata. Nell’atteggiamento mentale prima di tutto. E lo dimostrano il tuffo in difesa di capitan Mascherpa negli ultimi minuti, a risultato acquisito, così come le indicazioni, anche a muso duro, di Bugatti ad Arnaut ed i complimenti verso lo stesso da parte di coach Patrizio per alcune scelte di tiro giuste. Tanti piccoli grandi segnali, così come il corpo a corpo di Ndour in attacco contro Rinaldi dopo un brutto errore del lungo bianconero nella medesima situazione appena un minuto prima, che fanno intendere che i Tigers siano presenti eccome. Sugli aspetti tecnici evidenti anche le intenzioni di coach Vincenzo Patrizio, che ha concesso minuti a tutti, creando anche assetti “esplorativi”, allo scopo di immagazzinare quanti più dati possibili da cominciare ad elaborare immediatamente nel corso di una settimana che porta ad Ozzano, partita da vincere più per il morale che per la classifica, per fare un pieno di autostima fondamentale per approcciare al meglio un playout che, classifica e calendario alla mano, accoppierà Cesena a Montegranaro.

Nella partita, che fila via piacevolmente senza mai uscire dai binari del pronostico, spiccano alcuni dati in controtendenza, con una Cesena capace di centrare 11 tiri liberi su 15, e di piazzare ben 4 uomini in doppia cifra, con Mascherpa a sfiorare il ventello, e dietro di lui Bugatti, Moretti e Brighi, con quest’ultimo autore di un bel 4/7 da 3 punti. Ultimo minuto di gioco anche per il giovane aggregato dal Cervia – Cesenatico Tommaso Giorgini.

Ora i Tigers sono attesi da una settimana di duro lavoro per assimilare nel più breve tempo possibile i dettami di coach Patrizio e preparare la partita di Ozzano di domenica prossima, volgendo comunque lo sguardo verso i playout. Domenica 15 e martedì 17 i bianconeri incroceranno in casa Montegranaro, anche se manca l’ufficialità di una matematica che dovrà attendere solamente 40 minuti. La serie si trasferirà quindi alla Bombonera. Per il momento però, testa ad Ozzano.

Tigers Cesena – RivieraBanca Basket Rimini 75-87 (13-21, 17-19, 19-25, 26-22)

Tigers Cesena: Giulio Mascherpa 17 (4/8, 1/3), Fabio Bugatti 15 (3/4, 2/7), Antonio Brighi 14 (1/2, 4/7), Gioele Moretti 12 (2/4, 2/4), Vladan Arnaut 6 (0/0, 2/4), Ezio Gallizzi 5 (1/2, 1/2), Simon Anumba 4 (2/6, 0/1), Obinna Nwokoye 2 (1/3, 0/0), Rene’ maurice Ndour 0 (0/3, 0/0), Tommaso Giorgini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 28 3 + 25 (Giulio Mascherpa 7) – Assist: 12 (Ezio Gallizzi 6)

RivieraBanca Basket Rimini: Andrea Saccaggi 15 (1/2, 4/10), Marco Arrigoni 14 (6/11, 0/0), Tommaso Rinaldi 14 (5/5, 1/3), Andrea Tassinari 12 (3/3, 2/8), Alessandro Scarponi 10 (1/2, 2/5), Francesco Bedetti 9 (2/6, 1/5), Borislav georgiev Mladenov 7 (3/3, 0/2), Dario Rossi 3 (0/0, 1/1), Guido Scali 2 (0/0, 0/0), Luca Fabiani 1 (0/0, 0/0), Stefano Masciadri 0 (0/0, 0/2), Davide Carletti 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 17 – Rimbalzi: 36 9 + 27 (Marco Arrigoni 12) – Assist: 21 (Andrea Tassinari, Francesco Bedetti 6)

 

Massimo Framboas - Ufficio Stampa Tigers Cesena

Tigers Cesena-RivieraBanca Basket Rimini 75-87

Di Marco Rinaldi

Pagina 1 di 1

01/05/2022

Tigers Cesena-RivieraBanca Basket Rimini 75-87

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA   

 

Tigers Cesena-RivieraBanca Basket Rimini 75-87

Serie B OldWildWest girone C

Quattordicesima giornata girone di ritorno

Tigers Cesena-RivieraBanca Basket Rimini 75-87 (parziali 13-21, 30-40, 49-65)

TABELLINO CESENA: Mascherpa 17 (4/8, 1/3), Bugatti 15 (3/4, 2/7), Brighi 14 (1/2, 4/7), Moretti 12 (2/4, 2/4), Arnaut 6 (2/4 da tre punti), Gallizzi 5 (1/2, 1/2), Anumba 4 (2/6, 0/1), Nwokoye 2 (1/3), Ndour (0/3), Giorgini. All. Patrizio.

TABELLINO RIMINI: Saccaggi 15 (1/2, 4/10), Arrigoni 14 (6/11), Rinaldi 14 (5/5, 1/3), Tassinari 12 (3/3, 2/8), Scarponi 10 (1/2, 2/5), Bedetti 9 (2/6, 1/5), Mladenov 7 (3/3, 0/2), Rossi 3 (1/1 da tre), Scali 2, Fabiani 1, Masciadri (0/2 da tre punti), Carletti. All. Ferrari, Brugè, Middleton.

Il derby è biancorosso!! RivieraBanca Basket Rimini espugna il Carisport e torna alla vittoria nel derby contro i Tigers Cesena. Partita tenuta sempre sotto controllo dai ragazzi di Coach Mattia Ferrari che dopo un primo tempo più combattuto sono riusciti a prendere il largo nel terzo quarto, gestendo il risultato negli ultimi 10'. Atmosfera resa caldissima da un pubblico riminese ancora una volta fantastico, più di 300 persone che hanno cantato ed incitato i biancorossi per 40'. Una sola parola: GRAZIE!

 Avvio molto intenso al Carisport: i padroni di casa segnano dalla lunga distanza con Mascherpa e Gallizzi, mentre Rimini sfrutta la fisicità di Arrigoni e Rinaldi sotto canestro (8-14 al 5'). I biancorossi provano toccano la doppia cifra di vantaggio con le iniziative di Bedetti e Tassinari (11-21 al 9'), ma capitan Mascherpa trova il canestro del -8 che chiude il primo quarto (13-21).

Il leitmotiv non cambia nel secondo quarto, le due squadre continuano entrambe a segnare: in casa Rimini si accende da tre punti Tassinari, dall'altra parte Brighi va due volte a segno col tiro pesante (21-26 al 13'). Gli ospiti allargano nuovamente la forbice con Bedetti ed Arrigoni in ottima forma (25-36 al 19'), Brighi ed Anumba tentano di limitare i danni ma Scarponi e, nuovamente, Arrigoni mandano tutti negli spogliatoi sul +10 Rimini (30-40).

Dopo la pausa lunga RivieraBanca piazza un break importante di 9-0 firmato Rinaldi-Bedetti, Bugatti e Tassinari si scambiano canestri da tre punti prima che anche Moretti segni una bomba (36-52 al 23'). Rimini continua a macinare gioco con Scarponi che segna 5 punti filati (40-59 al 26'), Cesena però rosicchia qualche lunghezza con i liberi di Mascherpa e Bugatti oltre alla tripla di Arnaut che termina il terzo quarto (49-65).

I padroni di casa sono coriacei e si fanno valere grazie a Mascherpa e Moretti (58-70 al 33'). Rimini, però, ricaccia ampiamente indietro gli avversari con Saccaggi e Scarponi che puniscono ancora da tre punti (61-79 al 36'); uno stoico Mascherpa insieme a Brighi tenta l'ultima risalita per Cesena (66-79 al 38'), ma il canestro di Tassinari ed i primi punti di Scali in biancorosso mettono in ghiaccio il risultato: il derby è di Rimini.

La dichiarazione di Coach Mattia Ferrari:

"E' stata una partita a tratti molto positiva, penso che i primi 25' siano stati importanti: abbiamo preso in mano la partita fin dall'inizio e piano piano, difendendo e con un attacco equilibrato, siamo arrivati a +20, poi credo che gli ultimi 15', causa ampie rotazioni, lascino un po' il tempo che trovano. Sono molto contento di aver chiuso un girone così difficile con un bilancio in trasferta di 10-5 che sembra scontato, ma per me non lo è affatto dal punto di vista tecnico."

Giovedì la sfida contro NPC Rieti. E' una partita che può chiudere un ciclo dal punto di vista della crescita o è una giornata di regular season come le altre?

"E' una partita da vincere, noi vogliamo arrivare primi e dobbiamo vincere le ultime due partite: i discorsi da fare sono molto pochi. Abbiamo grande rispetto di NPC Rieti, è una squadra di vertice: lo ha dimostrato sin dalla prima giornata, in particolare nel secondo tempo della gara d'andata dove ci ha tolto l'ossigeno con una difesa molto fisica. Sappiamo della loro qualità di gioco, vogliamo prepararci per giocare una partita che vale le altissime posizioni della classifica."

Ti è piaciuto l'esordio di Scali in maglia biancorossa?

 "Sì perchè non è facile dopo due allenamenti e mezzo entrare in campo e giocare, ha dato energia provando a fare delle cose con un bell'atteggiamento. Sono contento, ma bisogna dargli tempo perchè adesso è ingiudicabile: prendiamo le cose buone dal punto di vista difensivo e del fisico che è riuscito a dare, non sono state poche."

Continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti!

 RivieraBanca Basket Rimini tornerà in campo giovedì 5 maggio alle ore 20.30 presso il nostro PalaFlaminio per il recupero della dodicesima giornata del girone di ritorno contro NPC Rieti.

 

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini

 Marco Rinaldi

Tigers Cesena-RivieraBanca Basket Rimini, prepartita con Coach Mattia Ferrari ed Andrea Tassinari

Di Marco Rinaldi

Pagina 1 di 1

30/04/2022

Tigers Cesena-RivieraBanca Basket Rimini, prepartita con Coach Mattia Ferrari ed Andrea Tassinari

Foto: Nicola de Luigi

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA      

 

Tigers Cesena-RivieraBanca Basket Rimini, prepartita con Coach Mattia Ferrari ed Andrea Tassinari

Coach, tante motivazioni da entrambe le parti: noi vogliamo tornare alla vittoria, Cesena vuole fare bene con un nuovo allenatore. Servirà approcciare la sfida con le migliori intenzioni e la massima intensità.

 "Ci sono tutte le caratteristiche per una partita complicatissima: giochiamo un derby, fuori casa, contro una squadra che ha appena cambiato allenatore, tre cose che di solito trasformano le partite in corride emotive. L'approccio è la cosa che conta perchè solitamente le squadre con un nuovo allenatore vogliono dimostrare che il peggio è passato e che sono pronti a ripartire, ovviamente il cambio di guida tecnica mette i giocatori di fronte a responsabilità importanti: loro reagiscono sempre con una veemenza nervosa cui noi dovremo essere in grado di porre un freno. E' una bomba pronta ad esplodere, vedremo se la denotazione di Cesena porterà a morti e feriti o se riusciremo a renderla più innocua possibile."

Andrea, qual è la prima cosa da tenere a mente per rifarci dopo la sconfitta ad Ancona?

"Dopo le altre sconfitte subite in stagione abbiamo sempre dato un'ottima risposta, sono sicuro che anche questa volta sarà così. Dobbiamo ricordarci dei primi due quarti di Ancona per non ripeterli e ricordarci degli ultimi due quarti per poter riprendere da lì."

Coach, quali sono le condizioni di Masciadri? Lo vedremo domani in campo o bisogna aspettare la prossima settimana?

"Spero di vedere domani Masciadri in campo, vediamo come reagisce ai primi allenamenti agonistici veri col contatto: il ginocchio sembra stabile, senza problemi, sembra sia uscito bene dalla fase più delicata del recupero. In questi casi è molto importante come si sente il giocatore, soprattutto uno esperto come Masciadri con cui mi confronterò per capire cosa pensa di poter dare fisicamente e mentalmente: le sensazioni dal mio punto di vista parlano di un giocatore che è pronto a stare in campo per qualche minuto."

Andrea, in settimana è stato presentato Guido Scali, con cui hai già avuto modo di essere compagno di squadra a San Giorgio su Legnano. Cosa puoi dirci di lui?

"Lo conosco, ci ho già giocato insieme: è un bravo ragazzo, così come tutti quelli scelti da Coach Ferrari. E' un giocatore molto intenso, copre più ruoli ed è una buona polizza assicurativa in caso, sperando ovviamente di no, qualcuno non ci dovesse essere: lui può tranquillamente sostituire gli assenti."

Coach, c'è una cosa particolare che ti piacerebbe affinare da qui all'inizio dei playoff?

"Le cose sarebbero tante, il punto però è sempre l'avere alti e bassi durante le partite: anche domenica scorsa ad Ancona abbiamo iniziato bene, poi abbiamo preso un parziale di 20 punti e nel secondo tempo per poco non riuscivamo vincere. Abbiamo questi sbalzi dall'inizio dell'anno, ci sono momenti in cui giochiamo molto bene ed altri in cui un po' ci perdiamo però piano piano secondo me stiamo acquisendo solidità: se riuscissimo, da qui all'inizio dei playoff, a vincere tutte le partite rimanenti e settarci su un principio di durezza mentale, sapendo che la differenza la faranno i dettagli, allora potremo dare un'ulteriore svolta. E' una cosa di cui parliamo costantemente, in alcune squadre ci si mette poco tempo mentre in altre ci vuole una stagione intera oppure ancora di più perchè non tutti hanno gli stessi tempi di apprendimento e metabolizzazione delle situazioni; io comunque sono già molto contento di quello che la squadra sta dando, delle difficoltà che ha superato e del fatto che a tre giornate dalla fine siamo padroni del destino."

Andrea, il derby di domani potrebbe essere un'altra occasione di presenza importante per il pubblico riminese.

"Mi dispiace che ad Ancona, con così tanti tifosi, sia finità con una sconfitta perchè erano di più dei tifosi di casa. Ho già visto che i tifosi sui social si stanno caricando per la trasferta di domani, di questo sono molto contento; è un derby molto sentito per loro e per noi che ormai facciamo parte della famiglia di Rimini. Spero che siano ancora così numerosi, li invito tutti ad esserci... anche perchè Cesena è vicina, solo mezz'ora!"

Continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti!

 

 

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini

Marco Rinaldi

RivieraBanca Basket Rimini - Alla scoperta dei Tigers Cesena!

Di Marco Rinaldi

Pagina 1 di 1

29/04/2022

RivieraBanca Basket Rimini  -  Alla scoperta dei Tigers Cesena!

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA    

 

RivieraBanca Basket Rimini  -  Alla scoperta dei Tigers Cesena!

Derby in arrivo per RivieraBanca Basket Rimini che dopo l'amara trasferta di Ancona è pronta a dare battaglia domenica 1 maggio alle ore 18 contro i Tigers Cesena, attualmente dodicesimi in classifica con 22 punti (record: 11-17), presso il Carisport nella quattordicesima e penultima giornata del campionato. All'andata i biancorossi s'imposero per 88-76 al PalaFlaminio.

I bianconeri hanno da pochissimi giorni effettuato un cambio in panchina: al posto del romagnolo Davide Tassinari è arrivato il campano Coach Vincenzo Patrizio, artefice della scalata di Sant'Antimo in serie B. L'obiettivo della dirigenza cesenate è invertire il trend negativo che ha portato i Tigers a lottare per evitare i playout, tutti elementi questi che rendono il derby di domenica ancora più difficile.

Rispetto all'andata, dove Cesena dovette rinunciare ad alcuni elementi importanti del suo roster causa positività al Covid, non ci sarà l'ala classe 1987 Salvatore Genovese, attualmente in forze a Crema nel girone B.

In cabina di regia la palla è affidata al playmaker classe 2000 Ezio Gallizzi, uno degli under più interessanti di tutto il campionato: sin qui stagione da 8.1 punti e 2.4 assist di media a partita. Al suo fianco agisce il play/guardia romagnolo classe 1996 Antonio Brighi, figlio d'arte assente all'andata, che può rendersi estremamente pericoloso dal perimetro.

Il faro dei Tigers è il play/guardia classe 1992 Giulio Mascherpa, diventato il giocatore con più responsabilità e minutaggio (33.6' a partita) in questo finale di stagione: per lui 11.3 punti, 5.2 rimbalzi e 4.4 assist di media. Completa il reparto esterni un altro assente dell'andata, ovvero la guardia/ala classe 1993 Gioele Moretti, che ha vestito la casacca di Santarcangelo in tenera età, giocatore capace di punire dall'arco quando chiamato in causa.

Spostandoci vicino canestro, troviamo due esterni adattati a mezzi lunghi come la guardia/ala classe 1996 Simon Anumba, giocatore fisicamente devastante che arpiona quasi 7 rimbalzi a partita e va a segno per 11.4 punti, ed il miglior marcatore di Cesena, ovvero l'ala classe 1998 Fabio Bugatti: cecchino da 11.8 punti di media a partita che può occupare diverse posizioni sul parquet.

Sotto le plance un altro assente della sfida dell'andata, l'ala/centro classe 1995 Nwokoye Obinna: un lungo dinamico, pericoloso sia fronte che spalle canestro oltre che ottimo difensore, contribuisce alla causa con 8.4 punti e 6 rimbalzi. Completano il reparto lunghi i giovani Renè Maurice Ndour, centro classe 2000 assente al Flaminio, e Vladan Arnault, guardia/ala bosniaca classe 2001, entrambi buoni prospetti.

Continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti!

 

 

Ufficio Stampa RivieraBanca Basket Rimini

Marco Rinaldi

Commenti

PUBBLICITA'