Web
    Analytics
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Futsal

Buldog Lucrezia vs Futsal Cobà 4-4

24/01/2021

 

 

 

Seguici su Facebook: MARCHESPORT

 

 

Spumeggiante pareggio per 4-4 nel derby tra Buldog Lucrezia e Futsal Cobà. In un match ricco di colpi di scena, i ragazzi di mister Elia Renzoni ottengono un prezioso pareggio contro gli sharks, che hanno confermato di essere una squadra di assoluto livello. I gialloblu hanno sfoderato una prestazione convincente, grazie anche ad un grande determinazione che gli ha permesso di recuperare lo svantaggio di tre reti. Un buon viatico in vista dei prossimo appuntamenti.

Avvio di gara ad alti ritmi, con i “cagnacci” che partono meglio ma la sfida si accende in due minuti: il Cobà è più cinico e Bernandez porta avanti i suoi poi, dopo nemmeno un minuto, su corner di Mercolini la palla sbatte su Sgolastra e finisce in rete. Il pareggio però è momentaneo perchè il neo arrivato Persec batte Corvatta con un preciso rasoterra. La gara viaggia sui binari dell'intensità ed i padroni di casa cercano di attaccare non trovando la porta. Bernandez prima e Borsato, approfittando di una disattenzione dei gialloblu, portano avanti gli sharks sull'1-4 con cui si va al riposo lungo. 

Nella ripresa la compagine di mister Campifioriti avrebbe l'occasione per chiudere il match ma Sgolastra fallisce alcune ghiotte palle gol. Alla distanza il Cobà inizia a calare, mentre la Buldog Lucrezia tiene alti ritmi e passa sul 2-4 al 7' grazie alla rete di Moragas, nata da una splendida azione di Girardi. Delpizzo sbroglia due situazioni pericolose, così come Fiuza, ma nel finale i gialloblu completano la rimonta. Gonzalez supera il portiere ospite con un tocco sotto e quasi allo scadere Moragas gira in porta la palla di Girardi. Ultimi istanti palpitanti ma il punteggio non cambia e si chiude in parità.

“Avevamo di fronte una squadra molto attrezzata, con delle caratteristiche individuali per la categoria molto importanti – commenta mister Renzoni – A mio avviso parliamo di una tra le squadre più attrezzate per la categoria e quindi abbiamo preparato la partita sull'intensità. Mi dispiace aver regalato due gol nel primo tempo, frutto senz'altro della loro bravura ma abbiamo commesso delle ingenuità evitabili. Tra il primo ed il secondo tempo ho voluto dare una scossa ai ragazzi, dicendogli di credere di più nelle loro qualità, che come ribadisco da inizio anno ci sono, e vanno espresse con maggior serenità”.

 

BULDOG LUCREZIA-FUTSAL COBÀ 4-4 (1-4 p.t.)

 

BULDOG LUCREZIA: Corvatta, Gonzalez, Paludo, Moragas, Girardi, Severi, Esposito, Mercolini, Marinelli, Vitale, Chiappori, Protti. All. Renzoni

FUTSAL COBÀ: Fiuza, Delpizzo, Bernardez, Manfroi, Borsato, Napoletano, Sgolastra, Persec, Console, Bagalini, Guga, Cianni. All. Campifioriti

MARCATORI: 5' p.t. Bernardez (C), 5'40'' aut. Sgolastra (B), 6' Persec (C), 11' Bernardez (C), 16'55'' Borsato (C), 6'55'' s.t. Moragas (B), 17'30'' Gonzalez (B), 18'30'' Moragas (B)

AMMONITI: Manfroi (C), Bernardez (C), Gonzalez (B), Delpizzo (C), Mercolini (B)

ARBITRI: Giuseppe Costrino (Termoli), Stefania Candria (Teramo) CRONO: Federico Boldrini (Macerata) 

 

Matteo Valeri

Ufficio Stampa Buldog Lucrezia

 

------------------------------------------------------------------------------

 

 

Seguici su Facebook: MARCHESPORT

 

 

In una gara molto simile a quella dell’andata pareggiata per 3-3, gli Sharks pareggiano per 4-4 il derby di Lucrezia con i Bulldogs dopo essere stati in vantaggio all’intervallo sul 1-4. Un passivo, quello del secondo tempo, che lascia l’amaro in bocca.

L’inizio della gara vede gli uomini di Mister Campifioriti un po’ a disagio sul particolare e stretto terreno di gioco del Lucrezia, ma col passare dei minuti riescono a smorzare le folate locali. Bernardez con grande classe porta in vantaggio i nostri al culmine di una bella combinazione, ma subito dopo i Bulldog pareggiano su azione concitata da corner con ultima deviazione nella propria porta probabilmente di Sgolastra. Nessun problema perché il nuovo acquisto argentino Persec batte il connazionale Corvatta e ci riporta sul 2 a 1 a stretto giro di posta. Qui il Lucrezia – che ha sempre mantenuto una grande vitalità – non riesce però sempre ad arginare la classe della squadra sangiorgese e subisce ancora le reti di Persec  (stupendo rasoterra in giravolta da “delantero” di razza) e di Borsato, che sfrutta una distrazione – forse l’unica – dei gialloblu.

Tuttavia il 4 a 1 con cui finisce il primo tempo pare rassicurante per il Cobà, tanto più che tutti i suoi elementi hanno girato a dovere. Anche ad inizio ripresa, perlomeno nei primi tre minuti, tutto fa pensare ai tre punti, ma piano piano la squadra si spegne come una candela. Gli uomini di Renzoni fanno presto ad accorgersene e spingono come forsennati, con Girardi Neto che sale in cattedra. Delpizzo compie due interventi difensivi prodigiosi, ma il Cobà non riparte più. Quando ha la palla il portiere Fiuza, la scaraventa ripetutamente dal collega ma non per sua colpa bensì per mancanza di alternative. Succede così che l’argentino Moragas, Gonzalez e poi ancora Moragas concretizzino tutto l’impeto locale e a un minuto e venti dal termine sia è sull’incredibile 4-4. Due colossali occasioni locali e una ospite con Manfroi chiudono la gara.

Il pareggio è giusto: il Lucrezia non è stato solo impeto ma anche pragmatismo. Il Cobà finché non si è spento il motore ha fatto vedere ottime cose. Parlando degli uomini di Campifioriti, si è visto nella ripresa come il campionato giocato forzatamente in modo discontinuo possa portare a crolli repentini di condizione psicofisica. L’unica medicina è il lavoro e mantenere il gruppo coeso. La classe c’è e i tempi migliori verranno di certo.

 

Ufficio Stampa Futsal Cobà

 

 

Entra nella rubirca e guarda tutte  le “FOTO STORICHE”  

 

Commenti



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'