Web
    Analytics
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Professionisti | LNP

Fortitudo Bologna vs Alma Trieste 72-74

01/02/2016

Fortitudo Bologna vs Alma Trieste 72-74

foto valentino orsini



 

Boniciolli era stato chiaro ieri. "Trieste è il peggior avversario da affrontare in questo momento" aveva detto il coach biancoblu, ieri in conferenza stampa. E, si capisce il perchè già dalle prime battute di gara.

LA PARTITA (11-19; 32-38; 53-54; 72-74) - La Fortitudo arriva alla sfida con Sorrentino e Amoroso non al meglio. Italiano e Raucci, invece, tornano a disposizione e riprendono subito il loro posto nello starting five. Pronti via, con triple da una parte e dall'altra. A Montano rispondono Baldasso e Landi. Il numero 15 della squadra di Dalmasson conferma di essere un lungo atipico e, poco più ancora dall'arco, fa 6-11. Boniciolli lancia anche Amoroso nella mischia. Il lungo biancoblu, che in settimana non si è quasi mai allenato causa febbre, spara subito due triple, ma non trova il canestro. Poi, è il solito, immenso Ed Daniel a riportare a meno uno i suoi (10-11). Come già accaduto a Verona, la Effe si aggrappa a lui nei momenti di difficoltà. Trieste però prova ad allungare e trova il più sette con Coronica (10-17). Dall'altra c'è una Fortitudo che spreca molto ai tiri liberi ed è imprecisa al tiro.  Il resto lo fanno le disattenzioni difensive, su tutte quella che porta Parks a concludere indisturbato a fil di sirena. Il tutto permette agli ospiti di chiudere avanti i primi 10', sull'11-19. Pesa e parecchio, in casa Fortitudo, il 4/17 dal campo e il 2/6 ai liberi. Nel secondo quarto cresce l'intensità difensiva dei padroni di casa e lo si capisce subito nell'economia della gara. Trieste non riesce ad andare al ferro con la stessa continuità e con i canestri di Montano e Daniel è meno due (19-21). Nel momento in cui la Fortitudo torna a meno uno, grazie ad una tripla di Candi, arriva il mini parziale di 0-5 firmato da Nelson e Bossi. Sul 22-28 Boniciolli non può fara altro che chiamare timeout. Le azioni offensive dei biancoblu continuano a passare tutte per le mani di Daniel. Il lungo americano trascina i suoi e tiene lì la Fortitudo. La squadra di Dalmasson però prova ancora a prendere il largo. Lo fa sfruttandi i tiri dalla lunga, ancora di Landi e Bossi. Alle triple dei giocatori ospiiti, risponde quella di Carraretto. All'intervallo lungo è 32-38.

Al rientro dagli spogliatoi parte subito bene la Fortitudo. Quella di Boniciolli è tutt'altra squadra rispetto a quella vista nei primi due quarti. Amoroso trova i primi due punti del terzo quarto da il là al parziale di 7-0 che vuol dire sorpasso biancoblu (39-38). Nel parziale si iscrivono anche Montano (tripla) e Daniel. Quest'ultimo conretizza uno splendido alley oop, su assist di Flowers, e poi trova un preziosissimo fallo e canestro per il 42-40. Sul 43-46 è una tripla di Candi a ristabilire la parità. Poi, è lo stesso numero 7 a commettere fallo. Gli arbitri lo giudicano antisportivo, ma restano molti dubbi su un fischio più che contestabile. Trieste sfrutta al meglio l'occasione: due su due di Pecile e poi Prandin per il 46-52. A riavvicinare la Effe ci pensano Montano e Carraretto, aiutati anche da Jordan Parks. Il numero 2 degli ospiti commette passi in due azioni consecutive. Poi, la tripla di Carraretto chiude il terzo quarto sul 53-54. Negli ultimi 10' di gioco si assiste ad un sostanziale equilibrio, con un solo possesso a dividere le due squadre. A 7'44'' dalla fine è ancora parità grazie ad un fallo e canestro di Sorrentino. Lo stesso numero 15 poco più tardi piazza la tripla del sorpasso. Il vantaggio dura un amen e dall'altra Nelson fa 62-64. Sul meno due gli arbitri fischiano ancora antisportivo. Questa volta gli uomini di Dalmasson lo sfruttano nel peggiore dei modi: 0 punti con annessa palla persa. A rimediare ci pensa Landi: canestro del 64-68 e timeout Boniciolli. L'uscita dal minuto porta al pareggio. Prima Amoroso, splendido l'uso del perno, poi Carraretto fanno 68-68. In mezzo il timeout di Dalmasson che giustamente ha visto i suoi in difficoltà e vuole cercare di porre rimedio. Sul 70-70 Parks trova il canestro che vuol  dire più 2 a 32'' dalla fine. A quel punto Boniciolli chiama timeout per organizzare l'attacco. Daniel sbaglia un tiro dalla media, poi Montano va a guadagnarsi un fallo su un tiro dall'arco. In lunetta fa due su tre e regala la parità ai suoi. Questa volta è Dalmasson a chiamare timeout, quando mancano 15'' alla fine. A punire la Effe è Nelson che trova il canestro della vittoria per il 72-74 finale.

LA CHIAVE - Il primo quarto, con 4 su 17 al tiro, ha pesato parecchio nell'economia della gara. Dall'altra anche  il 15/25 ai liberi ha influito parecchio nel risultato finale.

MVP - Jordan Parks.

TABELLINI - ETERNEDILE FORTITUDO: Daniel 21, Rovatti n.e., Quaglia, Candi 11, Campogrande n.e., Montano 16, Sorrentino 5, Raucci, Carraretto 8, Amoroso 10, Flowers 1, Italiano. All.: Boniciolli.
ALMA TRIESTE: Parks 20, Bossi, Coronica, Gobbato, Nelson, Donda, Pecile, Baldasso, Landi, Prandin, Pipitone, Canavesi. All: Dalmasson.§

Fonte 1000cuorirossoblu

Commenti



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'