In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Volley

My Mech Cervia vs CSI Clai Imola 1-3

Sapore di sale, sapore di mare

17/03/2019


My Mech Cervia vs CSI Clai Imola 1-3

 

 

 

 

 

Serie B2 Girone E - 20° giornata

MY MECH CERVIA - CSI CLAI IMOLA 1-3

(parziali 26-24 / 23-25 / 13-25 / 16-25)

Cervia: Toppetti (lib), Haly, Fortunati 2, Ceroni 7, Petta 8, Romani ne, Pais 2, Colombo 1, Gasperini ne, Bosio 15, Ricci 8, Di Fazio 12, Fabbri (lib), Degado (lib). All: Braghiroli

Imola: Piva, Devetag 16, Bombardi, Cavalli 7, Dal Monte (lib), Ferracci 16, Folli 1, Melandri 12, Caboni ne, Zanotti 9, Collet 17, Gherardi 1. All: Turrini

Arbitri: Santoniccolo e Dishani

 

Niente paura, la Clai è tornata!

Dopo lo spauracchio dello 0-3 casalingo contro Riviera Rimini e lo svantaggio 0-1 nella trasferta di Cervia, le ragazze di coach Manuel Turrini rialzano la testa e riportano in carreggiata una partita e (a questo punto) una stagione improvvisamente a repentaglio

Devetag, Collet, Ferracci le protagoniste del match in riviera, ma è comunque la squadra ad essersi scrollata di dosso tanti stracci di paure ed ansie, dopo aver incassato il 24-26 nel primo set. Le cervesi mettono in campo per due set tutte le energie mentali e fisiche, nel disperato tentativo di rimediare ad una classifica sempre più compromessa: bene le bande Bosio (7 punti solo nel primo parziale) e Di Fazio. Imola, da metà del secondo set, ritrova serenità di esecuzione e mentalità vincente: gli ultimi due parziali, invece, non hanno praticamente storia con le biancoblu ospiti in rapida ascesa verso il successo finale.

Soddisfatto lo staff tecnico, con Turrini a godersi il +10 in classifica dopo il contemporaneo 3-2 di Cremona su Rovigo 

Domenica 24 marzo, alle 18 al Palaruscello, grande e storico derby tra Csi Clai Imola e Libertas Forlì.

 

La cronaca.

Assente dell’ultimo momento Alice Tesanovic per malattia, Turrini si affida fin dall’inizio alla coppia di bande Devetag e Zanotti, alle centrali Melandri e Ferracci ed all’asse Cavalli e Collet, nonché al libero Dal Monte.

Imola ha l’obbligo di dimenticare velocemente il ko casalingo con Rimini e parte avanti nel punteggio sul 3-0, poi 8-7 sull’attacco di secondo tocco di Cavalli. Ancora il capitano con il suo classico attacco velenoso porta avanti 12-10: segue la bordata di Collet. Da qui inizia il miglior momento delle locali che impattano e sorpassano Imola sul 16-17. Bosio è inafferrabile e gli attacchi delle ragazze di Braghiroli sono missili che mettono non poco in difficoltà la ricezione e la difesa di Dal Monte e compagne. La My Mech ci crede e lotta su ogni pallone, mantenendo il vantaggio minimo fino ai vantaggi (Devetag per il 24-24) che conquistano sul 24-26 grazie al servizio di Bosio. Cervia è al settimo cielo, Imola appare bloccata, soprattutto mentalmente: per la prima volta in stagione Cavalli e socie perdono 4 set consecutivi (considerando le due partite).

Cambio campo che non modifica l’inerzia del gioco rispetto al set precedente: 2-3 e 4-8 per Cervia con Turrini costretto a chiamare subito timeout per frenare la veemenza delle locali. E’ nel momento del baratro che la squadra indovina la svolta: appare evidente il salto di qualità delle imolesi che punto dopo punto aumentano la pressione su Cervia: 10-10 dopo un ottimo turno di servizio di Ferracci, poi 14-14, quindi il vantaggio che apre la fuga alle ospiti sul 18-15. Sul 21-18 Braghiroli si affida al timeout e le sue atlete buttano in campo le ultime energie fino al 22-21su cui Turrini ferma di nuovo il gioco. E’ il braccio armato di Sofia Devetag a schiacciare a terra la palla decisiva del 25-23 che impatta il risultato, dopo un finale combattuto punto a punto: 1-1 nel computo dei set e gara completamente riaperta, se non capovolta.

Il match gira ed ora la Clai è padrona delle sorti del set e, di nuovo, della classifica.

Il terzo set, infatti, Imola scappa subito 4-1, 8-4, 13-8 fino al non recuperabile (per Cervia) 18-9. Chiude i conti la fast di Elisa Ferracci. Ultimo cambio campo ancora favorevole alle ospiti che non lasciano più respirare le avversarie: 5-1, 8-2. 11-4 quindi 16-8 e 20-10 in un rapido vortice di punti a ripetizione con Cervia che non trova più le soluzioni a muro ed in difesa mostrate nel primo set. La Clai domina e chiude ancora con Ferracci e con l’errore in battuta delle locali, sul 25-16.

Imola vince, dunque, 3-1 e riparte in classifica, sul +10 rispetto a Us Esperia Cremona e Forlì.

 

 

 

20° giornata

My Mech Cervia-Csi Clai Imola 1-3

VTB Bologna-Caf Acli Stella Rimini [17/3]

Us Arbor-Campagnola 3-0

Bleuline Forlì-Calerno 3-0

Riviera Rimini-Gramsci Pool 3-0

Us Esperia Cremona-Gs Fruvit Rovigo 3-2

Us Rubierese-Liverani Lugo 0-3

 

Classifica:

Csi Clai Imola 54, Us Esperia e Forlì 44, Riviera Rimini 43, Liverani Lugo 34, Us Arbor 32, Gramsci Pool 31, Us Rubierese 30, VTB Bologna e Gs Fruvit Rovigo 27, Stella Rimini 19, My Mech Cervia 17, Campagnola 15, Calerno 0.

 

 

Carlo Dall’Aglio

Responsabile Area Comunicazione

CSI CLAI IMOLA




CSI Clai Imola al mare per vincere

15/03/2019


CSI Clai Imola al mare per vincere

foto Annalisa Mazzini


 

 

 

 

  Photo Annalisa Mazzini

 

Serie B2 Girone E - 20° giornata

MY MECH CERVIA - CSI CLAI IMOLA

Sabato 16 marzo 2019, ore 21,00

Palazzetto dello Sport, via Pinarella, 66 Cervia (Ra)

Arbitri: Santoniccolo e Dishani

Torna in campo la Csi Clai Imola. E lo fa dopo l’inatteso ko interno contro l’Emanuel Riviera Rimini di domenica scorsa. Torna in campo facendo visita ad una My Mech Cervia con l’acqua alla gola, intenta a sperare in una (ormai) miracolosa salvezza, lontana 9 punti (Rovigo). Gli stessi punti che dividono Imola dalla prima inseguitrice Cremona.

In via Pinarella bisognerà assolutamente ritrovare quel ruggito non espresso nell’ultima giornata, per evitare brutti scherzi in un momento delicato della stagione. Certamente la qualità di Cervia e, soprattutto, gli obiettivi non sono simili a quelli del Riviera, ma servirà tornare velocemente alla vittoria per riprendere il filo interrotto.

Se da una parte lo stop di domenica fa male essendo il primo in campionato, dall’altra, non si può gettare alle ortiche un campionato praticamente perfetto a poche giornate dal traguardo. Cavalli e compagne sono, dunque, attese da una forte reazione in ogni reparto.

Le avversarie di turno appaiono pressoché disperate perché a questo punto della stagione appare molto difficile un aggancio a Rovigo, la prima fuori dalla zona rossa. Certamente non aiuta a Di Fazio e socie la sconfitta 0-3 di sabato scorso contro il Gramsci Pool che frena non poco la rincorsa in atto, dopo 3 vittorie, una sconfitta al tiebreak contro VTB ed una 1-3 contro Forlì, negli ultimi 5 turni.

Dopo la parentesi del coach imolese Michele Briganti, sulla panchina cervese è tornato Massimo Braghiroli. All’andata Cervia si presentò al PalaRuscello proprio con Briganti appena subentrato: fu un monologo imolese, con un’ottima prestazione del trio Gherardi-Ferracci-Zanotti che realizzò 35 punti complessivi. Tra le cervesi rispettarono le previsioni Ricci, Bosio, Di Fazio e Pais Marden (che ora è spesso sostituita da Ceroni). Restano loro le principali bocche da fuoco della My Mech.

Fischio d’inizio alle ore 21.

 

20° giornata

My Mech Cervia-Csi Clai Imola

VTB Bologna-Caf Acli Stella Rimini

Us Arbor-Campagnola

Bleuline Forlì-Calerno

Riviera Rimini-Gramsci Pool

Us Esperia Cremona-Gs Fruvit Rovigo

Us Rubierese-Liverani Lug

 

Classifica:

Csi Clai Imola 51, Us Esperia 42, Forlì 41, Riviera Rimini 40, Gramsci Pool e Liverani Lugo 31, Us Rubierese 30, Us Arbor 29, VTB Bologna 27, Gs Fruvit Rovigo 26, Stella Rimini 19, My Mech Cervia 17, Campagnola 15, Calerno 0.

 

 

Carlo Dall’Aglio

Responsabile Area Comunicazione

CSI CLAI IMOLA



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'