In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Dilettanti | DNB

Rinascita Basket Rimini : Matteo Peppucci parla del nostro girone (A1 e A2)

Di Marco Rinaldi 27/11/2020


Rinascita Basket Rimini : Matteo Peppucci parla del nostro girone (A1 e A2)

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Rinascita Basket Rimini : Matteo Peppucci parla del nostro girone (A1 e A2)

Domenica si parte.

Dopo 9 mesi. Era ora, verrebbe da dire. Più che altro, c’è un mix di curiosità e attesa per capire non solo lo stato di forma di Rivierabanca ma anche i reali valori di un girone, quello “A”, poi successivamente diviso in A1 e A2.

 Come analizzare quindi il gruppo di RBR? La classifica, alla fine delle 22 partite (14 nel gironcino ad andata e ritorno, + altre 8 di ‘sola andata’ con quelle dell’altro mini gruppo, 4 in casa e 4 fuori), sarà unificata quindi per comodità manteniamo tutto ‘unito’, fermo restando però che, nell’economia della graduatoria finale – che varrà per la griglia playoff, playout e per la retrocessione diretta (una) – l’impatto della prima fase sarà superiore.

 ALTE SFERE

Vista così, parrebbe che le più attrezzate siano Omegna (A1), Piombino (A2) e la pittoresca Chiusi (A2), dove è addirittura finito Matias Bortolin, ala-centro classe ’93 dalla mano educatissima e le movenze stile Rebraca, visto coi Crabs qualche anno fa (a dominare per 3-4 partite prima di essere spedito a prendere soldi veri in Argentina). Il trio Mei-Pollone-Carenza di certo offre solidità ed esperienza, il duo Berti-Fratto dalla panca rappresenta, probabilmente, uno dei rifornimenti migliori di tutto il girone, sempre che non la si metta su una spiccata fisicità. Dicevamo di Omegna, che fa sempre buone squadre: Sgobba e Balanzoni sono parecchia roba nei paraggi del ferro, ma i campionati – dicono – si vincono con gli esterni. Procacci e Prandin non sono male come 1-2, Del Testa come sempre è meglio non beccarlo se è in giornata. E poi arrivare a Verbania, cioè nel futuro remoto, non è mai simpatico per nessuno. Considerate nelle ‘prime’ anche Piombino, che però è praticamente ‘solo’ quintetto base e millemila scommesse in panchina: Venucci e Turel sono forti, Giacomone Eliantonio qualcosina da dire avrà ancora?

 SUBITO SOTTO

Abbiamo visto i Tigers Cesena (A1) di coach Dilorenzo dopo l’epurazione di pezzi grossi in quantità industriale. La qualità, innegabile dirlo, è un po’ precipitata a Sud ma c’è più quantità e Dagnello avrà molta più di voglia, quando conta (cioè adesso). In ogni caso i due play pressano duro e il mastice c’è, non saranno agnellini facili. Ci metto poi due toscane, Empoli (A2) e Pino Dragons Firenze (A2): la prima è tutta nuova tranne il coach, ma Villa, Ingrosso e Crespi fanno una bella vela; Firenze ha Bruni, evergreen uscito da Faenza, e Poltroneri che se gli gira ne può fare 20 camminando. Gli altri sono soldati abbastanza semplici, ma quando si va in battaglia meglio averli. Belle outsider toste da playoff sono anche le romagnole Faenza (A1) e Imola (A1), che abbiamo incrociato in Supercoppa perdendoci pure. Coach Pomo Serra è molto bravo, la squadra è affamata, se Rubbini aggiunge saggezza a uno spiccato talento e la coppia Anumba-Iattoni aumenta i giri, considerando ciò che può dare l’ultimo arrivato Pierich, si può anche fare. Imola è diversa ma la sua fisicità si è già vista: Fultz lo conoscono tutti, Sgorbati il suo lo farà, sotto ci sono due mestieranti non male ma poi tutto dipenderà dal livello di Toffali, la scommessa principale.

 LOGGIONE

In mezzo al ‘cammin di nostra vita’ ci mettiamo Livorno (A2), che ha un'altra vecchia conoscenza romagnola in panca, Gigi Garelli, e una serie di ‘fisicacci’ (tipo Toniato e Ricci) buoni per la rumba. Ci infilo Ozzano (A2) perché Grandi è lì da un bel po’ e aggiungere Bertocco e Lovisotto, dei tuttofare puri, al fosforo di Chiusolo e Mastrangelo potrebbe anche essere una scelta vincente, al netto di quel che sarà Galassi dalla panca. San Miniato (A2) invece è come l’A14 nei weekend di luglio: lo sai cosa troverai, non sai come ne uscirai. Barsotti guida i soliti Quartuccio e Carpanzano al platoon system dove Caversazio e il nuovo centro Lorenzetti dovranno abituarsi. In quel posto lì, comunque, prendersi il referto rosa non è mai semplicissimo.

 SI SALVI CHI PUO’

Le altre tre piemontesi e la ripescata Cecina (A2) paiono, al momento, le meno attrezzate. I toscani hanno l’istrionico Russo in panca, più una serie di giovani atletici guidati da Nwokoye. L’Olimpo Alba (A1) mette sul piatto la scaltrezza di Danna e Coltro (1-2) più una serie di baby super promettenti, che spesso possono fare la differenza tra vivere e sopravvivere, mentre un gradino più su ci mettiamo Alessandria (A1), che con Zampolli nel motore ha già il classico giocatore che può ‘salvarti’. Infine, Oleggio (A1) : qui di solito i giovani buoni li hanno, vedremo se Seck lo sarà, oltre alla solidità di Giacomelli da ‘3’ e i muscoli di Negri da ‘4’. 

 

Area Comunicazione e Stampa

Rinascita Basket Rimini

 

 




RivieraBanca Basket Rimini-Cesena 85-59

Di Marco Rinaldi 30/11/2020


RivieraBanca Basket Rimini-Cesena 85-59

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

RivieraBanca Basket Rimini-Cesena 85-59

Prima giornata girone A1

RivieraBanca Basket Rimini-Tigers Cesena 85-59 (parziali 19-20, 38-35, 56-54)

TABELLINO RIMINI: Crow 25 (1/5, 5/8), Ambrosin 13 (6/6), Simoncelli 10 (2/2, 1/3), Broglia 9 (2/4, 1/1), Mladenov 9 (4/7, 0/5), Rinaldi 8 (2/4), Moffa 6 (0/2, 2/6), Rossi 5 (1/1, 1/1), Rivali, Riva, Alviti, Bedetti NE.

TABELLINO CESENA: Dell'Agnello 14 (5/7, 1/2), Terenzi 14 (3/6, 2/4), Chiappelli 12 (3/5, 2/3), Borsato 7 (2/6, 1/4), Trapani 5 (1/3, 0/2), Marini 4 (2/4), Battisti 3 (0/3, 1/3), Dagnello (0/1, 0/1), Alessandrini, Tedeschi. All. Di Lorenzo, Belletti.

Esordio col botto!! Partenza superlativa per RivieraBanca Basket Rimini che vince con merito la prima di campionato nel derby contro i Tigers Cesena onorando i tanti tifosi che ci hanno supportato da casa, nel finale saluto "platonico" dei nostri ragazzi a fine partita sotto la curva. Partita molto intensa ed equilibrata per i primi 30', poi un ultimo quarto da incorniciare (29-5!) ci consente di incassare i primi, importantissimi, due punti della stagione.

Un brutto inizio di partita porta i Tigers sull'11-0 in 3', poi i biancorossi si assestano con l'ingresso di Simoncelli dalla panchina e Crow firma il pari dalla lunetta a quota 17 (9'). Il secondo quarto è pura battaglia con le due squadre che rimangono punto a punto senza riuscire a mettere a segno un parziale importante: la tripla di Crow segna il primo sorpasso RivieraBanca (33-32 al 17'), ma gli ospiti non mollano e contengono bene l'iniziativa biancorossa. Al rientro dagli spogliatoi è Rimini a mettere per prima il piede sull'acceleratore con Crow, Broglia e Mladenov che capitalizzano il massimo vantaggio (50-38 al 27'), Cesena però non alza bandiera bianca e torna a riavvicinarsi pericolosamente nel punteggio: prima pareggia con Borsato (54-54 a 40" dalla fine del quarto), poi ci pensa Mladenov a riportare avanti i biancorossi. Gli ultimi 10' sono un concentrato di grande basket da parte di Rimini, che parte subito con un 12-0 di parziale grazie alle bombe di Crow, Rossi, Broglia e Moffa, contiene l'ultimo tentativo dei Tigers di rifarsi sotto e dilaga nel finale con altre due triple di Moffa e Crow ed il canestro definitivo di Ambrosin.

RivieraBanca Basket Rimini tornerà in campo domenica 6 dicembre alle ore 18 presso il "Pala 958 Santero" di Alba per la sfida contro Olimpo Basket Alba, seconda giornata di campionato.

Forza Rimini!!!

Foto Nicola de Luigi

Area Comunicazione e Stampa

Rinascita Basket Rimini

Marco Rinaldi



I Tigers Cesena cedono nell'ultimo quarto e lasciano il derby a Rimini

Di Massimo Framboas 29/11/2020


I Tigers Cesena cedono nell'ultimo quarto e lasciano il derby a Rimini

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

I Tigers Cesena cedono nell'ultimo quarto e lasciano il derby a Rimini

Primo tempo dai due volti per Cesena, che parte a razzo e piazza in un amen un parziale di 8-0 con due tiri dall’arco di Battisti e Terenzi e un appoggio di Dell’Agnello. A 7’18’’ coach Bernardi è così consigliato al time out dalla verve offensiva dei Tigers. Rimini tira però male e Cesena in compenso sbaglia poco in attacco. I problemi, di contro, arrivano dalla difesa dove, come prevedibile, sotto le plance la formazione di Di Lorenzo paga dazio alla stazza e all’esperienza di Rinaldi con Marini costretto alla panchina dal terzo fallo in appena 5 minuti, sul 5-13 per Cesena. Qui inizia la partita di Rimini e le due squadre prendono ad andare a braccetto con statistiche al tiro non eccelse, intorno al 45% dal campo e con l’inerzia che pende dalla parte di Rimini. Ancora da rivedere i tiri, pochi per la verità, appena 6 per Cesena rispetto ai 14 di Rimini, a cronometro fermo, e qualche decisione arbitrale dubbia su un paio di contropiedi bianconeri. Squadre dunque al riposo sul 38-35 per i rivieraschi e la sensazione che a Cesena manchi qualcosa.

Le due squadre si dividono anche il terzo quarto e Cesena è brava a recuperare sugli avversari soprattutto con la striscia di Chiappelli nella seconda metà di quarto. Prima, il parziale 9-1 dei rivieraschi che a 7’18’’ aveva costretto Di Lorenzo a parlarci su. Il numero 19 cesenate, con due bombe e un canestro da sotto tiene dunque i Tigers aggrappati al match, ma l’ultimo quarto segna la capitolazione bianconera. Al netto di fischiate e non fischiate rivedibilissime, nell’ultima frazione di gioco Cesena deve aspettaredi arrivare a 4’12’’ dalla sirena per segnare il primo punto del quarto decisivo. Nel frattempo Rimini banchetta dall’arco senza troppa apprensione.

Di Lorenzo rientra da Rimini con con tante indicazioni su cosa lavorare e il buon approccio al match da salvare e da riproporre domenica prossima quando si tornerà finalmente a giocare al Carisport contro Mamy Oleggio. 

RBR Rimini – Tigers Cesena 85 – 59 (19-20;19-15;18-19;29-5)

RBR Rimini: Rivali 6, Mladenov 9, Moffa 6, Corw 25, Rinaldi 8, Simoncelli 10, Bedetti N.E., Broglia 9, Rossi 5, Ambrosin 13. All.: Massimo Bernardi

Tigers Cesena: Battisti 3, Trapani 5, Borsato 7, Terenzi 14, Dagnello, Chiappelli 12, Dell’Agnello 14, Marini 4, Alessandrini, Tedeschi. All.: Giampaolo Di Lorenzo. Ass.: Michele Belletti.

 

 

Massimo Framboas

UFFICIO STAMPA & COMUNICAZIONE



Tigers Basket Cesena : Re Artù firma la nuova maglia

Di Massimo Framboas 29/11/2020


Tigers Basket Cesena : Re Artù  firma la nuova maglia

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Tigers Basket Cesena : Re Artù  firma la nuova maglia

Lanciati Tiktok e Tigers Card !!

 

Re Artù è il nuovo sponsor tecnico dei Tigers Cesena. Annunciato nel corso della “Presentation Night 2020”, in diretta streaming sulla pagina Facebook della società, la ditta forlivese Re Artù ha griffato la nuova maglia da gioco che ha subito colpito nel segno. “Aggressiva” e “Bellissima” i commenti più gettonati fra i tanti tifosi che in super anteprima hanno potuto vederla anche sul nuovissimo profilo TikTok lanciato dall’area comunicazione ad inizio serata. Graficamente, la nuova maglia riporta l’intero logo Tiges Cesena su tutto il fronte maglia, con il numero nella parte inferiore. Sulla schiena, nome e numero trovano come sfondo il logo societario in trasparenza, per un effetto grafico decisamente accattivante. “Da sempre attenti alla qualità della materia prima e dei tessuti e sempre aggiornati rispetto a processi produttivi altamente tecnologici, abbiamo utilizzate apposta per la maglia dei Tigers Cesena un tessuto di ultima generazione in grado di garantire la più alta traspirabilità possibile ed una elasticità elevata”, ha affermato Paolo Castellucci, titolare dell’azienda forlivese, nota a livello nazionale ed internazionale soprattutto in ambito ciclistico, amatoriale e professionistico, e già sponsor ufficiale della Nazionale Italiana di Pattinaggio di Velocità, per la quale cura la realizzazione dei body da gara e giubbotti antivento. Nel corso della serata, oltre alla riuscita inaugurazione del profilo TikTok, la società cesenate ha anticipato l’uscita della Tigers Card, i cui dettagli verranno resi noti già da lunedì e che, a fronte dell’acquisto a 150,00¤, fra gli altri vantaggi per i suporters bianconeri, offrirà gratuitamente l’abbonamento a LNP Pass, unico modo per vedere in diretta streaming la partite dei Tigers Cesena.

 

 

Massimo Framboas

UFFICIO STAMPA & COMUNICAZIONE



RivieraBanca Basket Rimini-Cesena, prepartita con Coach Bernardi

Di Marco Rinaldi 28/11/2020


RivieraBanca Basket Rimini-Cesena, prepartita con Coach Bernardi

Seguici su Facebook :BASKET EMILIAROMAGNA

 

RivieraBanca Basket Rimini-Cesena, prepartita con Coach Bernardi

Coach, possiamo finalmente dire che si ricomincia con il campionato. Come sta la squadra alla vigilia del super esordio contro Cesena?

"Dal punto di vista fisico sono tutti a posto, l'unico è Francesco che ha ancora dolore sotto al piede e s'è allenato con la squadra solo due giorni per il 5 vs 5 finale dunque non lo considero per la partita, a meno che non ci sia bisogno di lui durante i 40', perchè s'è preparato poco. Simoncelli non è ancora al 100% però questa settimana ha svolto regolarmente tutti gli allenamenti con intensità."

La partita sarà purtroppo a porte chiuse, ma sappiamo bene quanto il tifo riminese sarà caloroso seppur davanti al televisore.

"Noi giochiamo per il nostro popolo biancorosso che ci vuole così bene ed al quale siamo molto vicini, sentiamo che pur non di persona il loro supporto c'è e ci sarà: questo per noi è ovviamente una spinta, la nostra speranza più grande è poterli riavere il prima possibile per condividere tante emozioni insieme."

Questa composizione aggiornata dei gironi è una motivazione ulteriore per dare tutto nella ricerca della vittoria?

"E' una considerazione molto importante perchè ora il campionato s'è accorciato e quindi il focus dovrà essere sulla praticità fin dalla prima partita. Non potremo permetterci passi falsi a cominciare da questo primo spezzone di calendario: ci saranno quattro autentiche battaglie da qui alla sosta per le festività natalizie, ma noi siamo pronti."

I biancorossi arrivano fiduciosi e preparati a questo derby, ma anche Cesena vorrà giocarsi le sue carte. Cosa dobbiamo aspettarci?

"I Tigers sono una squadra forte che può contare su un roster competitivo e su un allenatore bravo, hanno un modo di giocare chiaro e consolidato. Le due partite che abbiamo vinto in amichevole e Supercoppa non fanno testo, il campionato è la cosa importante: siamo pronti a giocare una vera e propria battaglia, prestando attenzione a noi stessi ed al nostro gioco cercando di proseguire quanto di buono fatto vedere finora."

 

Foto Nicola de Luigi

 

Area  Comunicazione e Stampa

Rinascita Basket Rimini

Marco Rinaldi



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'