Web Analytics Made Easy -
    StatCounter
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Basket | Professionisti | Lega 2

La Pallacanestro Piacentina torna a sorridere

Biella non passa al PalaBakery

Di Ufficio Stampa Pallacanestro Piacentina

Pagina 1 di 2

29/11/2021

La Pallacanestro Piacentina torna a sorridere

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA  

 

La Pallacanestro Piacentina torna a sorridere. Biella non passa al PalaBakery

La Bakery è chiamata alla prova del 9: una vittoria per tornare a respirare oppure una sconfitta che significherebbe emergenza. La sfida odierna con Biella rappresenta un crocevia importante poiché gli ospiti si trovano ancora a 0 punti e una vittoria per Piacenza significherebbe portare da 4 a 6 i punti di distacco contro una diretta rivale per la salvezza. 

Al di là delle mere questioni di classifica, vincere quest’oggi significherebbe anche riportare entusiasmo e fiducia a una squadra che ha dimostrato di potersela giocare con chiunque.

Steven Davis, Kenny Hasbrouck e Matteo Pollone sono sicuramente le bocche di fuoco ospiti che la difesa preparata da coach Campanella proverà ad ingabbiare; particolare attenzione anche a Luca Infante, giocatore di esperienza e in grado di alzare l’intensità sua e dei compagni nei momenti chiave del match.

La Bakery schiera in quintetto Davide Bonacini, Nik Raivio, Jacopo Lucarelli, Daniel Donzelli ed Anthony Morse; gli ospiti rispondono con Antonio Jacopo Somero, Matteo Pollone, Kenny Hasbrouck, Steven Davis e Alessandro Morgillo.

Palla a due che premia Biella, brava a bucare la difesa biancorossa e a trovare i primi due punti del match; sul ribaltamento di fronte penetra e scarica di Raivio che trova libero Lucarelli dall’angolo il quale punisce dalla sua mattonella preferita. 

Si scaldano gli americani di Biella: fade away per Davis e tripla in transizione per Hasbrouck che portano gli ospiti sul punteggio di 3-7 trascorsi 2:27 di gioco. Il time out di coach Campanella porta gli effetti sperati e Morse trova i primi 2 punti della sua partita, dopo aver conquistato il suo classico rimbalzo offensivo di prepotenza.

Pareggia i conti, dopo un 1/2  dalla lunetta di Davis, Donzelli da 3 mentre Morse, poco dopo, finalizza il primo sorpasso biancorosso: 10-8 alla metà esatta del quarto. Piacenza on fire: difesa a maglie strette e bomba in transizione di un ottimo Lucarelli che lancia i biancorossi sul 13-8.

Altri due punti dalla media per Lucarelli e il marchio di fabbrica di Raivio - palleggio arresto e tiro da dentro l’area - lancia Piacenza sul 19-8 quando manca 1 minuto al termine del primo quarto. Il primo parziale si chiude 23-12, frutto di una buona dose di intensità offensiva e un’ottima organizzazione difensiva che ha lasciato poche soluzioni facili agli ospiti.

Il secondo quarto lo apre una tripla dall’angolo di Bertetti, ma il rientro in campo di Morse - uscito prematuramente per falli - si fa subito notare: rimbalzo offensivo e appoggio facile a canestro. Una serie di errori da ambo le parti fanno segnare, trascorsi 4 minuti di gioco, il punteggio di 26-19 per i padroni di casa.

Si vedono finalmente due canestri a fila: alla tripla di Davis risponde una penetrazione di potenza del solito Raivio che impatta il punteggio sul 29-24, quando mancano 4:12 alla fine del quarto.

Ennesimo rimbalzo offensivo di Morse - il quarto per lui - seguito da canestro e fallo subito: gran prova finora del lungo americano che in 12 minuti ha prodotto 11 punti e 7 rimbalzi, subendo anche 3 falli. Biella non si da per vinta e grazie all’ennesimo canestro di Davis e una tripla bruciante di Hasbrouck si riporta a -4, 37-33 quando manca 1:30. Bonacini capisce il potenziale momento di difficoltà e si prende la responsabilità di aumentare il distacco tra le compagini: ubriaca il difensore, segnando un pregevole canestro in allontanamento e trasforma successivamente 2 tiri liberi che valgono il +8 biancorosso. E’ ancora il playmaker Reggiano a punire dalla media distanza; con questo canestro si chiude il secondo quarto, sul punteggio di 43-33. 

Prende il via il terzo parziale con due canestri da ambo i lati ma a far esplodere il pubblico di casa ci pensa la bomba dall’angolo di Bonacini: che partita per lui sinora - 13 punti e 4 falli subiti che gli valgono un ottimo 15 di valutazione. La tripla del letale Hasbrouck riporta i suoi sul -8, con il tabellone che segna 48-40 trascorsi 3:38 di gioco.

Commenti

PUBBLICITA'