In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Rimini - Ravenna Football Club 1913: 1-2

Con due gol in due minuti il Ravenna FC fa suoi tre punti fondamentali

03/12/2019


Rimini - Ravenna Football Club 1913: 1-2

 

 

 

All’inferno e ritorno, il Ravenna va sotto nel primo tempo ed inizialmente non riesce ad invertire l’inerzia di una partita che sembra prendere la strada di Rimini. Giallorossi si dimostrano estremamente cinici ed a cavallo di metà ripresa piazzano un uno due che ribalta l’incontro e regala un po’ di tranquillità agli uomini di Foschi.

 

Pronti via ed è subito Ravenna: Giovinco trova Nocciolini, ma il destro del barba bomber è centrale. Giallorossi che sono partiti determinati ed al 6’ arrivano al tiro con Papa, ma fuori dallo specchio dei pali. Rimini che piano piano prende le misure e comincia a presentarsi nei pressi di Cincilla, preferito in questa gara a Spurio. Tutte le azioni passano dai piedi di Palma, che al 14’ impegna il portiere giallorosso da piazzato, ma Cincilla non si fa sorprendere. Al 27’ la partita cambia, di nuovo Palma da posizione defilata trova i guantoni del portiere che si salva in angolo, sul successivo corner il pallone arriva a Zamparo che insacca dall’area piccola. Rimini che trova fiducia e Ravenna che rivede i fantasmi delle ultime gare, si va al riposo con i padroni di casa in controllo del match.

 

Alla ripresa subito un brivido che può mettere fine all’incontro, di nuovo Zamparo si inventa il tiro del lunedì da posizione defilata e colpisce una clamorosa traversa. Lo schiaffone sveglia il Ravenna che ridisegnato da Foschi con le tre punte e Selleri difende e riparte, è il caso di Raffini che viene atterrato al limite dell’area prima che arrivi a concludere. Sulla punizione Giovinco scavalca la barriera ed impatta per la gioia dei quasi 200 tifosi che hanno seguito la squadra sotto il diluvio. Il meglio deve ancora venire, passano soli due minuti e Selleri mette un cross in mezzo che non viene respinto dalla difesa, D’Eramo controlla e con un diagonale fulmina un impotente, in questo caso, Nava. Una sorta di gol dell’ex per Michael che in estate era stato di passaggio sul Rubicone. Il Rimini si riversa in attacco, ma in Ravenna rimane compatto e concede solo una palla gol al 37’ a Silvestro che trovato sul secondo palo conclude centralmente di testa. Al triplice fischio la gioia dei giallorossi per tre punti che non sanciscono la fine di tutti i problemi visti in questo periodo, ma che sicuramente danno fiducia per potere lavorare con più serenità in ottica futura. Per il bel gioco ci sarà tempo, servivano tre punti e così è stato.

 

Le dichiarazioni di Foschi: “La vittoria non risolve tutti i nostri problemi, per un’ora abbiamo sofferto soprattutto il ritmo del Rimini non riuscivamo a fare quanto preparato, però non siamo mai usciti dalla partita. Nella ripresa abbiamo sistemato qualcosa, abbiamo messo più peso in attacco ed una volta trovato il pareggio i ragazzi sono stati bravi a crederci.”

 

TABELLINO:

Rimini - Ravenna Football Club 1913: 1-2

Serie C - Gruppo B - 17^ giornata s.s. 2019/20

Rimini: Sala, Picascia (27' st Bellante), Ferrani, Nava, Zamparo (21' st Ventola), Cigliano (34' st Petrovic), Arlotti (27' st Finizio), Palma, Silvestro, Montanari, De Vito. A disp.: Scotti, Santopadre, Van Ransbeeck, Mancini, Pari, Messina. All.: Giovanni Colella.

Ravenna Football Club 1913: Cincilla, Ricchi (1' st Raffini), Pellizzari, Ronchi, Nocciolini (31' st Nigretti), Purro (19' st Mustacciolo), D'Eramo, Sirri, Giovinco, Papa, Lora (12' st Selleri). A disp.: Spurio, Martorelli, Fyda, Sabba, Fiorani, Cesprini. All.: Luciano Foschi.

Reti: 31' pt Zamparo, 25' st Giovinco, 27' st D'Eramo.

Note: Ammoniti: Papa, Pellizzari, Ferrani, Lora, Petrovic, Ronchi, Nava.

 




Derby bollente al "Romeo Neri"

01/12/2019


Derby bollente al "Romeo Neri"

 

Nella stagione dei derby l’ennesimo capitolo di questa avvincente saga va in scena lunedì sera alle 20,45 al Romeo Neri di Rimini. Di fronte si troveranno due squadre alla ricerca di punti vitali per allontanarsi da quelle posizioni di classifica dal non invitante sentore di playout. Biancorossi che nonostante la campagna di rinforzo estiva che ha portato sul Rubicone giocatori come Gerardi e Zamparo  attualmente occupano la terzultima posizione in classifica on piena zona playout, una situazione che ha spinto il presidente Grassi a sostituire l’allenatore, affidando la panchina biancorossa a Giovanni Colella nella scorsa stagione a Vicenza. Tre punti più sopra  i giallorossi di Foschi non possono certo stare sugli allori, ma andranno a Rimini con la feroce determinazione per cercare una vittoria scaccia crisi. I precedenti sorridono ai padroni di casa, vittoriosi in ben 16 occasioni contro le 5 ravennati, tra le quali però l’ultima disputata, nella scorsa stagione infatti,  la punizione firmata da Salvatore Esposito ha regalato i tre punti agli ospiti, 13 i pareggi. Ulteriore variabile della gara sarà il fondo sintetico del Romeo Neri, variabile non sottovalutata dallo staff giallorosso che ha portato la squadra a preparare la gara anche sul sintetico del centro sportivo Brian Filipi di Pinarella di Cervia. Per questa trasferta Foschi dovrà rinunciare per squalifica a William Jidayi ed a Davide Grassini al quale saranno necessarie ancora un paio di settimane per il recupero dall’infortunio alla caviglia. In diffida Selleri, Lora, Nocciolini e D’Eramo. Prima convocazione per il giovane difensore della beretti Cesprini.

 

Le dichiarazioni del mister alla vigilia del match: “Ogni partita è determinante per chi si deve salvare, ormai siamo tutti li in pochi punti. Sappiamo che domani è una partita importante, per la città, per i tifosi, le motivazioni sono a mille per fare la partita che vogliamo. Domani non voglio alibi, dobbiamo evitare di commettere errori. Chi riuscirà ad essere più attento e concentrato per i novanta minuti e che riuscirà a concedere meno all’avversario riuscirà a spuntarla. Domani si deve giocare solo pensando al risultato, negli almanacchi rimane scritto quello. Se vogliamo salvarci dobbiamo iniziare a fare i risultati. Saranno presenti anche gli infortunati egli squalificati perché vogliono essere tutti compatti per venire fuori da questa situazione.”

 

 

 

 

Direttore di gara: Filippo Giaccaglia (Jesi) Assistenti: Costin Del Santo Spataru (Siena), Marco Toce (Firenze)

 

I Convocati:

Portieri: 22 Matteo Cincilla (’94), 1 Andrea Spurio (’98).

Difensori: 11 Ermes Purro (’99), 3 Niccolò Ricchi (’00), 5 Matteo Ronchi (’96), 17 Giacomo Nigretti (’99), 4 Stefano Pellizzari (’97), 23 Alex Sirri (’91), 33 Martino Cesprini (’02).

Centrocampisti: 15 Michael D’Eramo (’99), 10 Alfonso Selleri (’86), 24 Vincenzo Mustacciolo (’00), 32 Filippo Lora (’93), 27 Salvatore Papa (’90), 21 Marco Fiorani (’02), 20 Enrico Sabba (’98), 8 Carlo Martorelli (’99).

Attaccanti: 19 Szymon Fyda (’96), 11 Simone Raffini (’96), 9 Manuel Nocciolini (’89), 26 Giuseppe Giovinco (’90).

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'