In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Giovanili | Allievi

Alfonsine-Pianta 1-2

23/10/2017


Alfonsine-Pianta 1-2

Quello che si temeva dopo l'8-0 casalingo con il viserba si è avverato: alle prime avversità la squadra dell'Alfonsine ha reagito solo di rabbia invece che con il bel gioco mostrato nelle prime quattro gare e se a ciò si aggiunge la solita (almeno per gli anni passati) difficoltà in fase realizzativa dove si trasforma il 20 % delle occasioni create è ovvio che i risultati diventano pessimi. Anche oltre i propri effettivi demeriti.
La squarda forse è scesa in campo ancora sotto shock per la batosta subita contro il San Marino. A questo si è aggiunta lo stato di piena emergenza a centrocampo dovute alla squalifica di Pasi a cui si sono aggiunte le defezioni di Monti (altro cerntrocampista titolare) e del suo primo sostituto Manara. Probabilmente questa situazione ha depresso oltremodo i ragazzi che hanno concesso il pallino del gioco per i primi 30 minuti alla squadra avversaria soprattutto in mezzo al campo dove era evidente uno certo scollamento con l'attacco troppo distante e dove un ipotetico 4-2-3-1 in pratica diventava troppo spesso un 4-3-3 o addirittura un 4-2-4 dove i due poveri centrali erano sempre in inferiorità numerica.
Il PIanta è subito partito forte e ha avuto la fortuna di passare in vantaggio già al 5° deprimendo ancor di più i ragazzi dell'Alfonsine. Fortuna però dovuta a una grande giocata del centravanti che lanciato in contropiede si è permesso il lusso di dribblare due volte il capitano Mariani e da posizione defilata insaccare nell'angolino. L'Alfonsine per tutto il primo tempo ha solo una avuto una reazione nervosa che comunque gli ha permesso di creare alcune buone occasioni non sfruttate (le conclusioni però sono sempre risultate alte anche se da posizione ravvicinata). Il Pianta dal canto suo in contropiede ha avuto una ghiottissima occasione concludendo a porta sguarnita da posizione defilata (su un rinvio errato della difesa) il palo con la palla che ha attraversato tutta la linea di porta prima di essere calciata via.

Il secondo tempo l'Alfonsine entra in campo anche troppo determinato, schiaccia si il PIanta nella sua area che fatica ad uscire ma in uno dei possibili contropiedi il capitano Mariani entra scompostamente sulla palla colpendo anche l'avversario in maniera troppo dura e si merita il rosso diretto lasciando l'ALfonsine in 10. Alfonsine che però spreca parecchie occasioni per pareggiare, anche sotto porta mentre il Pianta al 34° raddoppia in una delle sue rare offensive in contropiede. Nonostante il passivo e l'inferiorità numerica stavolta la squadra reagisce immediatamente e trova subito il gol dell'1-2 che riapre la partita con un tocco sotto porta di Fabbri ben imbeccato da Calì. Assedio finale fatto di tanti calci d'angolo e tiri purtroppo sempre alti fino all'ultima occasionissima al 44° dove Sibilio appena dentro l'area tira a fil di palo.
L'Alfonsine avrebbe sicuramente meritato il pareggio e ha dimostrato sicuramente che anche inferiorità numerica non era assolutamente inferiore al Pianta, avrebbe meritato sicuramente il pareggio e anche qualcosa in più. Solo che come sempre nel calcio vince chi la palla la mette dentro, non chi crea occasioni.
La squadra comunque dovrà riflettere sulle numerose ingeniutà dei giocatori che non possono permettersi certe espulsioni stupide per stizza (Pasi domenica scorsa) o troppa aggressività (Mariani oggi). La calma è la virtà dei forti, la grinta è l'arma più vincente del calcio e forse manca in troppi giocatori di questa squadra, ma è anche vero che non si devono mai superare certi limiti altrimenti poi si creano più problemi che benefici.
Purtroppo domenica prossima ci aspetta un altra difficile partita dove si spera di recuperare qualcuno degli infortunati vista la sicura assenza di Mariani per squalifica e un altro, stupido, campo sintetico su cui giocare (altri cerotti da preparare).
Forza ragazzi, non mollate proprio ora!
A.J.F.



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'