In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Professionisti | Serie A

Sassuolo vs Bologna 3-1

Di Mirco Mariotti 09/11/2019


Sassuolo vs Bologna 3-1

Foto U.S. Sassuolo


 

 

Sassuolo-Bologna 3-1
Reti: 34' pt, 30' st Caputo (S), 23' st Boga (S), 25' st Orsolini (B)

SASSUOLO: Consigli; Toljan, Marlon, Romagna, Kyriakopoulos; Locatelli (33' st Bourabia), Magnanelli, Djuricic (16' st Traoré); Berardi (29' st Defrel), Caputo, Boga. A disp.: Russo, Turati, Muldur, Peluso, Piccinini, Tripaldelli, Duncan, Raspadori. All.: De Zerbi
BOLOGNA: Skorupski; Mbaye, Danilo, Bani, Krejci; Medel (16' st Dzemaili), Poli (38' st Schouten); Orsolini, Svanberg, Skov Olsen (9' st Sansone); Palacio. A disp.: Da Costa, Sarr, Denswil, Paz, Corbo, Juwara, Cangiano. All.: Mihajlovic (in panchina Tanjga)
Arbitro: Piccinini di Forlì
Note: ammoniti Marlon, Magnanelli, De Zerbi, Medel, Danilo, Bani, Dzemaili, Svanberg, Mbaye; angoli 4-4; recupero 3', 6'


REGGIO EMILIA: Il Bologna, con tante attenuanti, ma con pochi alibi, perde con merito la terza partita consecutiva al cospetto di un Sassuolo che nella prima mezz'ora subisce e poi colpisce i rossoblù grazie ad un redivivo Caputo, autore di una doppietta, e ad un sempre più convincente Boga. La squadra di Tanjga, dopo lo svantaggio, si scoglie come neve al sole, da salvare soltanto la prestazione di Orsolini che, rinvigorito dalla convocazione, per certi versi inaspettata, con la Nazionale di Roberto Mancini, realizza due reti, una annullata per giusto fuorigioco, sprecando meno del solito ed aiutando, fin che è stato possibile, una squadra che, nel finale, è sembrata allo sbando.
In realtà il Bologna non parte male, la prima occasione giunge al 13' con una bella conclusione di Palacio dai venti metri, tiro a rientrare e palla che termina a lato non di molto. Al 17' spettacolare azione corale dei rossoblù, con Krejci che serve Orsolini, tiro centrale che obbliga Consigli alla parata a terra. Passa un solo giro d'orologio ed è Svamberg a cercare il rasoterra dal limite, ma il portiere neroverde è sicuro nella presa. Al 20' un retropassaggio avventato di Marlon mette in grossa difficoltà Consigli che, fuori posizione, raggiunge la sfera all'ultimo istante, mandandola in corner ed evitando il patatrac. Sul successivo calcio d'angolo battuto dalla destra, Orsolini calcia direttamente in porta, costringendo Consigli ad uscire in tuffo all'altezza della linea di porta, evitando così lo svantaggio. Al 26' Palacio dal limite cerca una sorta di tiro tendente al cross, palla che sorvola l'incrocio dei pali opposto, con Orsolini che rimane perplesso sulle intenzioni reali del compagno di squadra. Il Sassuolo? Ordinaria amministrazione fino al 33' quando Berardi serve Caputo all'altezza del vertice destro dell'area piccola, conclusione che esce a lato non di molto. Ma è il preludio alla rete, che arriva appena un minuto dopo: botta al volo di Locatelli su cui Skorupski si oppone alla grande, Boga però recupera la sfera prima che possa terminare in corner e crossa al centro per Djuricic che tenta una goffa rovesciata, pallone che però giunge a Caputo che, dalla posizione in cui si trovava nell'azione precedente, di piatto incrocia la sfera nell'angolo opposto, Skorupski la tocca ma non in maniera sufficiente per evitare il primo gol neroverde della serata, convalidato ufficialmente anche dal Var dopo aver certificato che Boga aveva recuperato il pallone prima che oltrepassasse la linea di fondo. A questo punto sono i padroni di casa che prendono in mano il pallino del gioco, con i rossoblù incapaci di imbastire un'azione degna di nota prima del duplice fischio che porta al canonico ed agognato thè caldo.
Ripresa che vede le due squadre leggermente più contratte e più nervose, complice l'importanza della posta in palio, iniziano a sventolare cartellini gialli a gogo, sanguinosi quelli comminati a Danilo e Bani che, diffidati, salteranno il delicatissimo derby col Parma. Tra le due sanzioni, minuto 55, il Bologna va vicinissimo al pareggio, Svamberg appoggia all'indietro per l'accorrente Poli che calcia di prima intenzione sul primo palo, Consigli risponde presente e devia in calcio d'angolo. Al 59', da una scriteriata gestione di palla di Mbaye, ad onor del vero mal aiutato anche dai compagni, nasce un contropiede su cui Djuricic, invece di servire Berardi, cerca il tiro in porta, sfera che, complice una deviazione, termina in corner. E sugli sviluppi di quest'ultimo, girata di testa di Locatelli che termina di poco alta. Al 67' è Traorè a rendersi insidioso con un bel diagonale sui cui Skorupski si distende, evitando così il gol del raddoppio. Un minuto più tardi il Bologna ha una colossale occasione per agguantare il pareggio grazie ad una ripartenza che vede involarsi Sansone, entrato ad inizio ripresa al posto di un impalpabile Skov Olsen, e Palacio verso la porta di Consigli, Magnanelli riesce a recuperare la posizione ed il pallone proprio quando Sansone, appena entrato in area, stava per calciare in porta. E lo sbilanciatissimo Bologna viene punito proprio sul rovesciamento di fronte, Boga brucia la difesa avversaria e, davanti a Skorupski, lo fredda con un gran destro. Il gol ridesta però i felsinei: minuto 70, Krejci dalla destra tira forte e teso al centro dell'area, Consigli si tuffa e respinge con le mani, la sfera giunge ad Orsolini che, sul palo opposto, appoggia di giustezza in rete riaprendo immediatamente il match. In più Berardi accusa un problema e De Zerbi è costretto ad inserire in campo Defrel. La speranza dei rossoblù però è destinata a morire al 75' quando Poli a centrocampo intercetta di petto un pallone che disorienta Mbaye e che permette a Caputo di scattare sulla sinistra, di bruciare due volte Danilo in area e, da posizione decentrata, indovinare la traiettoria che si infila nell'angolo opposto alle spalle di un'nicolpevole Skorupski. Al 77' il Bologna si ridesta e trova la segnatura in spaccata di Orsolini, ma tutto è inutile, assistente e Var vedono un offside ed annullano la rete. Nel finale è il Sassuolo a sfiorare il poker all'81' con Traorè ed al 90' con Defrel, mentre il Bologna si augura che la sosta possa riportare alcuni infortunati storici in gruppo, sperando che i nazionali si facciano onore con la maglia della loro patria, evitando magari di rimpanguare il reparto infermeria, quasi sold out nelle ultime settimane.




Mirco Mariotti



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'