Web
    Analytics
  • Emilia Romagna Sport
  • Marche Sport

Calcio | Dilettanti | Serie D

Il punto del D...irettore

Di Mirco Mariotti 07/01/2021

Il punto del D...irettore

Foto Petrangeli (fonte Il Resto del Carlino)


Intanto Buon Anno! Nella 10a giornata di campionato, l'Aglianese rallenta il passo dopo il pareggio esterno conquistato a Castel Maggiore, ma, nonostante tutto, porta il suo vantaggio a + 5 sulle dirette inseguitrici visto che il Fiorenzuola perde a Rimini, con i biancorossi che agganciano proprio i piacentini al secondo posto assieme al Lentigione, che agguanta un punticino in Zona Cesarini nel derby contro la Bagnolese. Ma andiamo a vedere quello che successo nelle nove partite che hanno visto protagoniste le formazioni emilianoromagnole.

Partiamo dalla sfida del "Clara Weisz", dove il Progresso conquista un ottimo pareggio per 2-2 contro la capolista Aglianese, che conquista il primo pareggio stagionale. Gli ospiti passano in vantaggio al 25' sugli sviluppi di una ripartenza, Russo riceve la sfera al limite dell'area e spedisce la palla sotto l'incrocio dei pali alla sinistra di Celeste. Al 58' i rossoblù pervengono al pareggio: Esposito evita una rimessa laterale sulla trequarti sinistra e vola verso la linea di fondo campo, palla tesa in piena area piccola per il neoentrato Rossi che brucia la difesa toscana, Ansaldi compreso, ed appoggia in rete. Centoventi secondi più tardi il ribaltone è servito, azione insistita dei padroni di casa che viene ultimata da Marchetti che, dal centro dell'area, mira con precisione l'angolino alla sinistra del portiere. Ma il vantaggio degli uomini di Moscariello dura un battito di ciglia, passano altri due minuti e, un errato disimpegno difensivo di Chmangui, mette in condizione Soldani, dalla destra, di servire in mezzo per Kouko che, di piatto, brucia Celeste.
Al "Romeo Neri" il Rimini batte con merito il Fiorenzuola per 2-0 ed affianca i valdardesi sul secondo gradino della classifica. Di sicuro ha agevolato il famoso "gol a freddo", visto che, dopo nemmeno quaranta secondi, una palla vagante in area permette ad Ambrosini di esibirsi in una rovesciata (nella foto) su cui l'estremo difensore ospite nulla può fare. La partita non è entusiasmante e vive di lampi. Uno di questi, arriva al 47', quando Battaiola non trattiene un tiro dalla distanza, senza pretese, di Canalicchio, da cui scaturisce un batti e ribatti risolto con forza da Vuthaj che sigla così il gol del raddoppio.
Al "Camp Nov" di Sorbolo, il derby reggiano tra Lentigione e Bagnolese si conclude con un 1-1 che sta molto stretto ai padroni di casa. Al 16' colpo di testa di Tozzi che viene respinto da Auregli, ma col dubbio che la sfera abbia varcato la linea di porta. I rivieraschi hanno una netta predominanza territoriale, poi, a sorpresa, a passare è la Bagnolese, esattamente al 62' nell'unica vera incertezza difensiva dei padroni di casa, con Leonardi che è lesto ad avventarsi sul pallone ed a servire Formato che, appena dentro l'area, fulmina Cheli. Il Lentigione a questo punto riprende il proprio dominio alla ricerca del pareggio che giunge al 90', sugli sviluppi di un corner battuto dalla sinistra da Scalini, Zagnoni ruba il tempo ai difensori ospiti e batte Auregli che, fino a quel momento, aveva parato di tutto. Al 93' potrebbe esserci addirittura il gol del sorpasso, ma la conclusione di Tarantino, a portiere battuto, colpisce la traversa.
Al "Pietro Zucchini" di Budrio, il Mezzolara ritrova la vittoria con un bel 3-1 ai danni della Pro Livorno Sorgenti. Dopo appena 3' arriva il gol del vantaggio per gli uomini di Romulo Togni grazie a Rizzi che, nei pressi del vertice sinistro dell'area, cerca e trova l'angolino opposto, conclusione su cui Vozza non può fare nulla. Al 13' Carani, nel tentativo di bruciare sul tempo Broglia, scivola a terra nei pressi del vertice destro dell'area intercettando la sfera con le mani, il direttore di gara non ha dubbi nell'indicare il tiro dal dischetto, dagli undici metri si presenta Selleri, ma la sua conclusione nell'angolino sinistro è abbastanza telefonata e viene respinta dal portiere, sfera che però giunge a Rizzi, il quale ha tempo di girarsi e di incrociare in rete la sua seconda segnatura personale. Partita dominata dai padroni di casa che, al 50', trovano la terza marcatura: punizione dalla trequarti di Selleri, palla che giunge, verso il vertice destro dell'area piccola, a Ferretti che, di testa, serve sul primo palo Maini che incorna in rete. Non passa nemmeno un minuto che arriva la rete dei labronici, Petri fugge solitario sulla destra, traversone a centro area su cui, ben appostato, Camarlinghi inzucca alle spalle di Malagoli. La Pro cerca di riaprire il match, ma un attento Malagoli evita il tutto.
Al "Borelli", la Correggese batte, con immensa fatica, per 1-0 un ottimo Seravezza. In chiusura di tempo, i padroni di casa hanno una grande opportunità per sbloccare il risultato: contatto in area tra Bortoletti ed El Bouhali che l'arbitro giudica meritevole di penalty, dal dischetto si presenta Villanova, la sua conclusione però non è delle migliori e Venè para. Al 60' gli sforzi della formazione di Mattia Gori vengono premiati grazie all'esterno sinistro di Landi che manda la palla nell'angolino basso alle spalle di un Venè che sicuramente poteva fare qualcosa di più. Il gol però sveglia il Seravezza. I lucchesi sfiorano il pari al 68' con un calcio piazzato dal limite di Grassi che si stampa sulla traversa. Al 78' altro legno dei toscani: bel sinistro al volo del neoarrivato Vanni che, anche in questo caso, colpisce la traversa. Finale concitato che vede il Seravezza reclamare due penalty, ma alla fine il risultato sorride ai reggiani.
L'esordio di Davide Marchini sulla panchina del Sasso Marconi è sicuramente da ritenersi positivo. Il pareggio al "Carbonchi" per 1-1 contro il forte Prato è sicuramente un buon inizio per un obiettivo salvezza ancora tutto da conquistare. I lanieri, sempre largamente rimaneggiati, al 32' passano in vantaggio sugli sviluppi di un corner battuto da Sciannamè dalla sinistra, Minardi svetta più in alto di tutti ed insacca alle spalle di Giannelli. Al 57' arriva il gol del pareggio grazie ad una conclusione dal limite di Colarieti che si insacca sotto l'incrocio dei pali alle spalle dell'incolpevole Piretro. Il Prato, a dieci minuti dal termine, sfiora il gol del nuovo sorpasso con Ortolini, ma la sua conclusione sbatte sulla traversa, ma anche i padroni di casa hanno le loro opportunità con Baietti e Della Rocca, ma il risultato non cambierà più.
Al "Necchi-Balloni", la Marignanese Cattolica si inceppa nel finale e viene battuta per 1-0 dal Real Forte Querceta. Partita condizionata dal campo pesante, ma sicuramente non senza contenuti. Al 39' i romagnoli vanno vicinissimo al gol con una conclusione di Nodari che, dall'altezza del dischetto del rigore, colpisce in pieno la traversa. Nella ripresa i toscani pian piano prendono possesso della partita, al 78' si pareggiano il conto delle traverse con Di Paola, al termine di un azione personale. Tre minuti più tardi, lo stesso attaccante dei toscani entra in area e calcia sul primo palo, Piai interviene in maniera goffa e la palla si insacca in fondo alla rete per il gol che assegna la vittoria al Real Forte.
Al "Macrelli" la Sammaurese rimonta l'iniziale svantaggio e batte per 3-1 il Corticella, uscendo per ora dalla zona play out. Al 15' sono gli uomini di Daltri a passare in vantaggio grazie a Girotti, bravo a sfruttare un errore di Gurini sulla rimessa laterale, evitando anche l'intervento di Vesi ed indovinandola porta con un destro angolato. Il vantaggio del Corticella però dura solo cinque minuti: sponda di Scarponi per l'accorrente Manuzzi che, con un preciso rasoterra, batte Cinelli. Al 33' ospiti nuovamente sugli scudi grazie ad un calcio di punizione di Nanetti, ma la palla sbatte sul palo e, sulla ribattuta, Grazia non riesce a ribadire in rete. Al 51', poco dopo una grande occasione sciupata in maniera clamorosa da Busi, Ghini entra troppo duro su Manuzzi e si vede sventolare il cartellino rosso. La superiorità numerica agevola la Sammaurese che corona i suoi sforzi al 73' è ancora Manuzzi, con un gran destro a giro, a firmare il gol del sorpasso. Il Corticella non demorde ed un colpo di testa di Cipriano, a cinque minuti dal termine, scalda i guantoni a Maniglio. Ma al 90' lo scatenato Manuzzi serve Zavatta, il suo tiro viene respinto da Cinelli, ma la sfera termina sui piedi di Jassey che deve solo appoggiare in rete la terza segnatura che, di fatto, chiude la partita.
Torna a giocare il Forlì, dopo ben due mesi e mezzo, in quel di Altopascio, portando a casa tre punti battendo per 0-2 il Ghivizzano. Al 9' i galletti sono già in vantaggio, cross di Zamagni per Ferrari che, di testa, batte Pagnini. I toscani, nonostante le numerose assenze ed i tanti fuoriquota in campo, ben sei, rimane comunque in partita. Il match concitato fa un brutto scherzo a mister Lavezzini che, nel giro di due minuti riceve due gialli e, al 38', saluta la panchina in anticipo. Ed al 45' arriva lo 0-2 per la formazione di mister Angelini, merito soprattutto di Tortori che fa fuoco e fiamme sulla sinistra, palla al centro per Ferrari e, per l'attaccante, è un gioco da ragazzi infilare in fondo al sacco. Nella ripresa accade ben poco, complice anche il terreno pesante. Da segnalare l'evitabile espulsione del neoentrato Corigliano che, in sei minuti di campo, si vede sventolare due gialli ed al 91' anticipa l'ingresso negli spogliatoi.


Mirco Mariotti




Commenti



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'