In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio | Professionisti | Lega Pro

Gadda (Forlì): "Un pareggio meritato"

29/01/2017


Gadda (Forlì): "Un pareggio meritato"

 

A Bergamo i Galletti pareggiano con l’Albinoleffe dopo un match equilibrato. A fine partita il mister Massimo Gadda ci ha raccontato le sue impressioni: “Alla fine è un pareggio meritato. Siamo andati in svantaggio nel primo tempo anche se era una partita equilibrata. Forse siamo stati poco convinti in alcune situazioni”.

 

Il Forlì è passato in svantaggio a pochi minuti dalla fine del primo tempo, ma poi ha messo in campo un’ottima ripresa: “Nell’intervallo l’ho detto ai ragazzi che eravamo ancora in partita, che dovevamo insistere. Il secondo tempo abbiamo rischiato il tutto per tutto, prima con un 4-2-4 e poi con un 3-4-3. È andata bene, abbiamo avuto l’episodio favorevole della traversa che se fosse entrata avrebbe chiusa la partita”.

 

Il mister dà merito a tutta la squadra, e a precisa domanda spende delle parole per gli ultimi arrivi in casa biancorossa: “Credo che il pareggio sia merito dei ragazzi che non hanno mollato. Davide Succi ha fatto molto bene, ma non è una sorpresa. Si allena bene, è molto motivato. Cerchiamo di gestirlo e di aumentare il minutaggio partita dopo partita. Nella ripresa ci abbiamo provato, spostando Tentoni sulla sinistra e con Carini siamo passati alla difesa a tre, cercando di essere pericolosi nei calci piazzati. Filippo è un giocatore di spessore per la categoria, siamo stati fortunati ed il Direttore è stato bravo a portarlo qua”.

 




Albinoleffe vs Forlì 1-1

29/01/2017


Albinoleffe vs Forlì 1-1

 
36’ Guerriera, 79’ Tentoni.
A Bergamo i Galletti escono dalla sfida con l’Albinoleffe con un punto. Primo tempo equilibrato, che vede però i padroni di casa passare in vantaggio con un bel goal di Guerriera. Nella ripresa il Forlì attacca e riesce a pareggiare con Tentoni, creando una serie di pericoli per gli avversari.

TABELLINO

ALBINOLEFFE: Nordi, Scrosta, Gavazzi, Zaffagnini, Mastroianni (74’ Minelli), Agnello, Anastasio, Giorgione, Montella, Guerriera (80’ Gonzi), Di Ceglie (80’ Loviso).
A disposizione: Cortinovis, Magli, Cortellini, Moreo, Dondoni, Mandelli.
Allenatore Massilimiano Alvini

F.C. FORLI': Turrin, Conson, Adobati, Sereni (70’ Carini), Cammaroto, Capellupo, Spinosa (58’ Succi), Alimi, Tonelli (53’ Tentoni), Ponsat, Bardelloni.
A disposizione: Semprini, Franchetti, Baschirotto, Vesi, Martina Rini.
Allenatore Massimo Gadda.
Ammoniti: Montella, Tentoni.

SINTESI TESTUALE

20’ prima occasione del match: cross dalla sinistra di Anastasio, Mastroianni di testa manda a lato di poco.
36’ goal di Guerriera che sfrutta un rimpallo in area ed insacca con un bel tiro al volo di sinistro.
44’ rischio per i Galletti su calcio d’angolo, poi Turrin blocca.
45’ Bardelloni in area serve Ponsat che non riesce a stoppare. Il Forlì guadagna un corner.

53’ esce Tonelli entra Tentoni.
58’ esce Spinosa entra Succi.
60’ buono scambio Succi – Bardelloni, chiude la difesa dell’Albinoleffe.
67’ conclusione di Succi su corner, a lato.
68’ tiro di Alimi dal limite, fuori.
70’ esce Sereni entra Carini.
73’ occasioni per il Forlì in avanti, si salva la difesa di casa.
74’ esce Mastroianni entra Minelli.
76’ tiro di Minelli ribattuto.
77’ Montella di testa colpisce la traversa.
79’ Tentoni sbuca sul secondo palo e mette in rete il cross dalla destra di Bardelloni.
80’ esce Di Ceglie entra Loviso.
81’ Gonzi sostituisce Guerriera.
85’ punizione dalla trequarti di Loviso che esce di poco.
93’ occasione per Ponsat su buon assist di Bardelloni, fuori.



Le dichiarazioni di Gadda e i convocati della vigilia di Albinoleffe - Forlì

28/01/2017


Le dichiarazioni di Gadda e i convocati della vigilia di Albinoleffe - Forlì


Nel primo pomeriggio abbiamo intervistato mister Gadda. Domani la partita avverrà contro una squadra di media classifica, ma per l’allenatore non bisogna tirare un sospiro di sollievo: “Dal mio punto di vista dobbiamo  liberarci dal discorso di giocare con le grandi squadre o di media /bassa classifica. Qui dobbiamo capire che è dura con tutti; domani saremo contro l’Albinoleffe, che è la prima squadra dentro i playoff se finisse oggi il campionato; sta facendo un buon campionato e sarà una partita dura”.
“E’ normale che quando giochi contro  grandi squadre ci sono vari fattori - prosegue il mister – l’attesa, gli stimoli e le motivazione possono essere superiori, però proprio per questo dobbiamo capire che invece sono le altre partite e gli scontri diretti quelli che per noi faranno la differenza. A volte giocare la palla contro le squadre blasonate può sembrare più semplice perché le squadre che magari stanno sotto in classifica hanno le nostre stesse prerogative:  correre, venire in avanti, non far giocare, tenere alto il ritmo. Presentano difficoltà diverse rispetto a giocare contro grandi squadre dove le difficoltà te le portano i giocatori di qualità che hanno, il blasone, la forza; è vero che abbiamo vinto contro il Padova, però credo che comunque hanno dimostrato di essere una squadra molto forte, al di là della nostra vittoria”.
Domani Gadda non avrà problemi di abbondanza: “Rimangono a casa Cappellini e Parigi che hanno la febbre; Piccoli ha preso una botta in testa ieri in allenamento e l’abbiamo portato al pronto soccorso, non ha niente però deve stare due o tre giorni a riposo. Mancano inoltre i due giovani Ferretti e Croci”.
“L’assenza di Cappellini mi ha preso un po’ alla sprovvista, avrei confermato la squadra di domenica scorsa – continua l’allenatore - il sostituto naturale rimanendo così è Tonelli; l’altra possibilità è di andare al 3-5-2 con Carini e passare alla difesa a tre. Ancora non ho ancora deciso, ci penserò bene e tra stasera e domattina”.
I giornalisti hanno chiesto se stava valutando di abbassare Ponsat sulla trequarti e mettere Succi all’inizio: “Davide sta facendo dei passi in avanti, la sua condizione è migliorata e lo vediamo anche ad occhio in allenamento, è molto motivato. Però il campionato è lunghissimo, abbiamo ancora 16 partite che sono tantissime, quindi per adesso non cambiamo, Ponsat e Bardelloni stanno facendo bene. Il mio discorso non è pensare a Succi che gioca per lasciare fuori uno dei due, per me sono lì, due giocano e uno entra dopo. Non ha ancora 90 minuti nelle gambe, quello sicuro, però sta bene. Con calma troveremo il momento giusto per buttarlo dentro dall’inizio”.
Domani il mister si aspetta una partita aperta: “Loro hanno una classifica relativamente tranquilla, sono la prima squadra dentro i playoff; però è vero che la distanza anche da chi sta dietro non è tanta. Hanno il nostro stesso obiettivo, hanno fatto abbastanza bene fin adesso e domani sarà una partita aperta in cui tutte e due le squadre proveranno a vincere”.
Ultimamente i tifosi hanno ritrovato l’amore per questa squadra che negli ultimi anni si era perso; molti di loro parlano di playoff per il Forlì, ci credono. Gadda resta con i piedi per terra a riguardo: “Non è una cosa che al momento che ci riguarda. Qui bisogna volare bassi perché la salvezza è ancora molto lontana, non basta quello che abbiamo fatto ultimamente per far pensare a qualcosa di diverso. Alla classifica mancano un paio di partite quindi non è veritiera, prova ne è che se finisse oggi il campionato noi andiamo a fare i playout. In questo momento è una cosa senza senso parlare di play off. Per quando riguarda il tifo, quando giochiamo in casa magari non c’è tanto pubblico, però ci accorgiamo che c’è del calore, c’è molta partecipazione anche dalla tribuna, lo sentiamo e lo avvertiamo. Credo che riguardi molto le prestazioni, il modo che hanno questi ragazzi di giocare, l’attaccamento che dimostrano alla maglia, il senso del gruppo e secondo me la gente lo capisce. È normale che i risultati ultimamente aiutino, il tifoso può sognare fin che vuole, ma noi dobbiamo volare bassi, non dobbiamo pensare altro che alla salvezza”.

I CONVOCATI:

NUMERO   NOMINATIVO 
1   TURRIN ALESSANDRO
2   CONSON DIEGO 
3   FRANCHETTI MATTEO
4   CAPELLUPO STEFANO
5   BASCHIROTTO FEDERICO
7   TENTONI TOMMASO
10   SPINOSA MARCO 
11   PONSAT GIUSEPPE 
13   ADOBATI FABIO 
14   CAMMAROTO VINCENZO
17   TONELLI SIMONE 
20   SERENI SAMUELE 
21   BARDELLONI EMANUELE
23   VESI MARCO 
25   ALIMI ISNIK 
27   SEMPRINI ALESSANDRO
28   MARTINA RINI MARCO
29   SUCCI DAVIDE 
30   CARINI FILIPPO 

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'